Cronaca

Armi per l'Ucraina da Pisa: "Nessuna risposta da Toscana Aeroporti o Regione"

Attacco della consigliera regionale 5 Stelle Irene Galletti, che aveva promosso un'interrogazione

La Capogruppo del Movimento 5 Stelle in Regione Toscana, Irene Galletti, commenta la risposta della Giunta regionale all'interrogazione promossa circa il trasporto di armi avvenuto su un volo civile presso lo scalo di Pisa. "La non-risposta del Presidente di Toscana Aeroporti riguardo le ipotetiche autorizzazioni - scrive la consigliera - all'utilizzo della zona cargo dell'aeroporto di Pisa per la movimentazione è sorprendente. Tanto più che nell’immediato della notizia, incalzato dai giornalisti durante una conferenza stampa, aveva dichiarato 'Non accadrà più', come ad ammettere che un’anomalia di passaggi era effettivamente avvenuta. Dove sta la verità quindi, e dove la trasparenza nell’attività di gestione legata ai trasporti civili e alla tutela degli operatori che si sono trovati a maneggiare questo carico inaspettato?".

"Certo - prosegue nell'attacco - non nelle parole riportate in aula dall'assessore Stefano Baccelli, che non ha potuto far altro che leggere due scarne note del Covi e di Toscana Aeroporti che nulla dicevano, limitandosi a riportare aspetti sul versante della difesa, e quindi nazionali, di cui non avevamo fatto richiesta". Secondo la Cinquestelle "ancora una volta la Regione dimostra di essere disinteressata alle vicende che riguardano l’aeroporto di Pisa, limitandosi a qualche parata per inaugurare lavori di ammodernamento nettamente in ritardo sulle esigenze dello scalo e a rimettere tutto nelle mani del privato, in barba al quel pesantissimo 5% di azione che ancora detiene e l’ancor più pesante responsabilità di aver privatizzato le sorti della porta d’accesso più grande della Toscana".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armi per l'Ucraina da Pisa: "Nessuna risposta da Toscana Aeroporti o Regione"
PisaToday è in caricamento