Cronaca

Arredo urbano e commercio, Confesercenti dal sindaco: le proposte

L'asse commerciale Corso Italia-via Carducci è da rivedere, l'amministrazione annuncia per dicembre nuove fioriere e panchine di desing. Chiesti poi parcheggi gratis nei sabati

Arredo urbano, parcheggi, decoro del centro storico. Questi alcuni degli argomenti al centro di un faccia a faccia che Confesercenti Toscana Nord ha avuto mercoledì 4 settembre a Palazzo Gambacorti con il sindaco Michele Conti e con l’assessore Paolo Pesciatini. L'associazione era rappresentata dal presidente area pisana Luigi Micheletti, dal responsabile Simone Romoli, dal responsabile centro storico Francesco Mezzolla e dal presidente della Commissione Duomo Gianmarco Boni.

"Un incontro proficuo - ha commentato il presidente Micheletti - nel quale abbiamo presentato al sindaco una serie di punti che secondo noi devono essere al centro dell’azione dell’amministrazione nell’immediato. Interventi che richiedono solo uno sforzo di buona volontà. Siamo confortati dalle parole del sindaco e dell’assessore che, almeno su alcuni aspetti, hanno risposto con progetti già in via di definizione". Primo aspetto affrontato quello dell’arredo urbano. "Il centro storico in generale, e l’asse commerciale Corso Italia-via Carducci in particolare - ha detto Francesco Mezzolla - necessitano di una rivisitazione complessiva, organica e coerente, di tutti gli elementi che vanno a comporre il cosiddetto arredo urbano (fioriere, cestini, rastrelliere, panchine e/o altre sedute, new jersey etc). La nostra proposta parte dall’adozione e implementazione di un piano organico dell’arredo urbano che, all’interno delle sue disposizioni, preveda anche la possibilità di forme di coinvolgimento delle rappresentanze degli operatori economici".

Il sindaco ha accolto in questo caso le posizioni di Confesercenti Toscana Nord annunciando, intanto, un progetto per Borgo Largo, che dovrebbe realizzarsi entro l’8 dicembre prossimo in occasione dell’accensione della nuova illuminazione natalizia per la quale anche quest’anno il Comune contribuirà con una cifra intorno ai 25mila euro. Si prevede nuove fioriere e panchine di design. "Arredo urbano - ha sottolineato Simone Romoli - vuol dire anche una migliore accoglienza turistica. Pensiamo ad un rafforzamento della cartellonistica che tenga conto anche dei complessi museali e monumentali di più recente costituzione. Menzione a parte meritano i 'totem informativi', attualmente fuori uso e posizionati originariamente in maniera inutile per assolvere le loro funzioni".

Micheletti ha poi affrontato l’aspetto viabilità e sosta. "Abbiamo ribadito al sindaco che questioni come ad esempio la chiusura del Ponte di Mezzo (e talvolta anche dei Lungarni) per lo svolgimento di cortei o manifestazioni, con la conseguente paralisi della viabilità ed accessibilità del centro commerciale cittadino, devono vedere nel momento della decisione la presenza delle associazioni di categoria. Per quanto concerne la mobilità ciclabile questa è necessario che venga regolamentata e proibita, attraverso controlli e sanzioni, nelle aree pedonali e sui marciapiedi in cui rappresenta motivo di pericolo. Infine abbiamo chiesto al sindaco la possibilità di introdurre la gratuità dei parcheggi di Piazza Santa Caterina, Piazza Carrara, Lungarno Galilei, Lungarno Fibonacci, Lungarno Guadalongo, Lungarno Buozzi, Piazza Sant’Antonio nelle intere giornate del sabato per favorire l’accesso al centro storico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arredo urbano e commercio, Confesercenti dal sindaco: le proposte

PisaToday è in caricamento