Avevano seminato il panico in Corso Italia, con calci e pugni tra i passanti: arrestati

Sono stati arrestati i tre uomini che il 23 marzo scorso avevano dato vita ad una violenta rissa in pieno centro città: volevano estorcere del denaro ad un mendicante

Sono stati arrestati i tre uomini che il 23 marzo scorso, in pieno Corso Italia, avevano dato vita ad una violenta rissa che aveva creato attimi di panico tra i passanti. 

I Carabinieri di Pisa, dopo aver svolto mirate indagini, hanno ricostruito quanto accaduto quel giorno avvalendosi delle immagini della video-sorveglianza e delle testimonianze dei presenti. Secondo gli inquirenti i tre malviventi, tutti italiani, di cui due fratelli di 37 e 39 anni ed un complice 30enne, avevano tentato una violenta estorsione nei confronti di un mendicante.

I tre avevavano dato luogo a una vera e propria rissa, durante la quale, con pugni e calci, avevano accampato la pretesa di avere la metà del profitto del povero uomo. Sul posto, nell'immediatezza, era intervenuto un amico del mendicante, che, però, pur riuscendo a disperdere i malfattori, aveva preso anch'egli calci e botte.

VIDEO| Furibonda lite in Corso Italia: calci e pugni tra i passanti

L'arresto dei due fratelli, operato dai militari della stazione di San Giuliano Terme, risale al 23 maggio scorso: i due, gravati di ordinanza di custodia cautelare, sono ora ai domiciliari da più di una settimana. Gli ultimi giorni, invece, sono stati determinanti per l'identificazione, risultata più complicata, dell'altro complice che adesso è in attesa del processo.

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Ragnetti rossi: cosa sono e come proteggere la casa dalla loro presenza

  • Falsi amici a tavola: 7 alimenti che non fanno dimagrire

  • Come far risaltare l'abbronzatura a fine estate: 4 semplici consigli

I più letti della settimana

  • Tirrenia, malore mentre è in mare: muore 81enne

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Si sente male sul patino a Marina di Vecchiano: muore 49enne

  • Rischia la paralisi dopo un tuffo: 16enne ricoverato a Cisanello

Torna su
PisaToday è in caricamento