Cronaca Centro Storico / Piazza Sant'Antonio

Piazza Sant'Antonio, in manette ex rugbista: dallo sport alla droga

Due Vigili Urbani sono stati coinvolti in una colluttazione con lo spacciatore: nella sua auto era stata trasportata droga. Una vicenda poco onorevole per un ex sportivo, finito ora in cella

E' finito in manette un ex giocatore di rugby della nazionale georgiana, divenuto un pusher, clandestino in Italia, senza un lavoro e senza fissa dimora.

I Vigili Urbani, in borghese, hanno effettuato sabato pomeriggio un controllo per arginare il fenomeno dello spaccio in zona Cpt, in Piazza Sant'Antonio. Hanno fermato un tunisino con denaro contante in tasca e due telefoni cellulari che squillavano. La Polizia Municipale ha scoperto che si trattava di telefonate di clienti che attendevano in auto l'ok del tunisino per scendere, acquistare droga e ripartire indisturbati.

Ad un certo punto da un'auto parcheggiata nelle vicinanze è sceso un ragazzo robusto, l'ex giocatore appunto, che si è avvicinato al pusher tunisino, non sapendo che quelli vicino a lui erano due agenti in borghese che hanno subito chiesto i documenti al georgiano. Questi allora si è ribellato, è iniziata una colluttazione, mentre intanto lo spacciatore tunisino approfittava per fuggire. 
Alla fine l'ex atleta è stato ammanettato: sulla sua auto, intestata ad un prestanome, è stato trovato un bilancino di precisione e dai controlli effettuati dall'unità cinofila dei Carabinieri è risultato il trasporto di droga sulla stessa vettura.

I due Vigili intervenuti nell'arresto sono usciti malconci dalla colluttazione: uno ha riportato la frattura di un dito, mentre l'altro un trauma al polso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Sant'Antonio, in manette ex rugbista: dallo sport alla droga

PisaToday è in caricamento