Cronaca

Da 4 mesi latitante, arrestato a Parigi: clonava carte di credito

I carabinieri di Pisa hanno arrestato a Parigi un latitante ivoriano ricercato da quattro mesi: faceva parte di una banda internazionale di truffatori che clonavano carte di credito

P.L.P, il latitante di 34 anni ricercato per quattro mesi dai Carabinieri, è stato rintracciato a Parigi, nella stazione di Montparnasse. L'uomo è accusato di aver fatto parte di una banda internazionale di truffatori, specializzata nella clonazione di codici di carte di credito. La banda era stata sgominata nella primavera scorsa dai carabinieri pisani.

Su F.L.P pendeva un mandato di arresto europeo e alla sua cattura hanno collaborato anche l'Interpol e la polizia francese. La banda di truffatori, secondo l'accusa, clonava i codici delle carte di credito con i quali poi venivano acquistati prodotti informatici costosi e successivamente rivenduti, a prezzi scontati, su E-bay e Subito.it.

Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati dai Carabinieri diversi prodotti informatici di alta gamma, tra cui cellulari e tablet della Apple e Samsung, apparati skimmer e carte di credito o di pagamento alterate. Uno degli aspetti più inquietanti dell’organizzazione era la capacità di captare codici di circuiti creditizi sauditi, dove era possibile effettuare transazioni per diverse decine di migliaia di euro con una sola operazione.

Le somme illecitamente accumulate venivano reimpiegate in acquisti immobiliari in Costa d’Avorio, dove i componenti dell’organizzazione si recavano saltuariamente per seguire i lavori di costruzione di lussuose ville dotate di ogni comfort, dalle piscine alle sale giochi.

F.L.P è stato riconosciuto nonostante abbia esibito documenti contraffatti. Ora è in un carcere di Parigi in attesa di essere estradato in Italia.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da 4 mesi latitante, arrestato a Parigi: clonava carte di credito

PisaToday è in caricamento