Cronaca Vecchiano

Vecchiano: si sveglia dal coma e trova un'ordinanza per tentato stupro

L'uomo è un marocchino che era rimasto ferito durante la sparatoria del maggio scorso nella pineta della Bufalina: è ancora ricoverato in ospedale ma appena possibile sarà trasferito al Don Bosco

Aveva cercato di violentare una donna di 35 anni, originaria di La Spezia ma residente a Lucca, nel dicembre 2009 nella pineta di Migliarino. Oggi l'uomo, 38enne marocchino, è stato identificato: ironia della sorte si tratta della stessa persona che era rimasta ferita nella notte tra il 25 e il 26 maggio scorso nella pineta della Bufalina, nel comune di Vecchiano, dopo una sparatoria legata a questioni di spaccio. I colpevoli erano stati individuati in quattro marocchini e ora anche per il ferito, loro connazionale, si spalancano le porte del carcere. Non subito però, visto che l'uomo è ancora ricoverato in ospedale dove si è da poco svegliato dal coma in seguito al ferimento nella sparatoria.


Tornando alla tentata violenza sessuale, secondo le indagini dei Carabinieri, la giovane 35enne una notte di fine dicembre si sarebbe recata nella pineta per acquistare la droga. Approfittando del luogo appartato e del fatto che l'amica della ragazza era rimasta in macchina, il marocchino si sarebbe accanito contro di lei prima picchiandola (la vittima ha riportato lesioni e fratture al volto guaribili in un mese) e poi denudandola. Non c'é stata violenza per l'intervento dell'amica con successiva fuga delle due donne. Fondamentale, per risalire al marocchino, è stato il riconoscimento della sua foto da parte delle giovani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vecchiano: si sveglia dal coma e trova un'ordinanza per tentato stupro

PisaToday è in caricamento