menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alloggia in un albergo in centro, ma doveva scontare la pena per furto

La Polizia è riuscita ad individuare un 34enne di origini siciliane che era colpito da un provvedimento restrittivo in carcere: l'uomo è stato individuato grazie al 'Sistema di invio telematico delle schedine alloggiati'

Un 34enne siciliano, residente a Rivoli in provincia di Torino, è stato arrestato ieri dalle volanti della Polizia. 

G.C., di fatto un senza fissa dimora, era giunto in città prendendo alloggio in un hotel del centro. Tramite il sistema informatizzato denominato 'Sistema di invio telematico delle schedine alloggiati', la sala Operativa della Questura è venuta a conoscenza della presenza presso un albergo del centro cittadino di un uomo risultato colpito da un provvedimento restrittivo: un ordine di esecuzione per la carcerazione disposta dalla Procura della Repubblica di Alessandria il 22 febbraio, in esecuzione della sentenza 797/2011 emessa dal Tribunale di Alessandria. Doveva scontare infatti la pena di 9 mesi e 29 giorni di reclusione per furto.

Mentre gli agenti lo attendevano nell'albergo pisano, il 34enne è stato rintracciato da un’altra pattuglia delle volanti presso la Prefettura dove si era recato per far richiesta di sussidio. Tratto in arresto è stato trasferito presso il carcere Don Bosco.

La Questura evidenzia l’importanza del sistema 'Web alloggiati' che consente alle forze dell’ordine un controllo più rapido ed efficace del territorio e, quindi, una maggiore tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Il sistema di invio telematico delle schedine degli alloggiati permette ai titolari degli alberghi ed altri esercizi ricettivi di trasmettere in via telematica i dati dei clienti alloggiati, in modo immediato e semplificato come peraltro previsto dalle nuove norme introdotte dal D.M. entrato in vigore il 7 gennaio scorso, e non da tutti ancora osservate.

A tal fine i gestori devono produrre specifica domanda alla Questura della provincia in cui hanno sede le strutture.

Sul sito della Questura di Pisa si trova il modulo per l’istanza da scaricare. Ovviamente i dati sono protetti e non sono possibili violazioni della privacy.
Per chiarimenti o dubbi contattare l’URP 050.583602.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Indice di massa corporea, cos'è e come si calcola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento