Pedinati e bloccati prima del furto sulla Lam: arrestati due borseggiatori

La Polizia Municipale ha arrestato anche una terza persona, un uomo trovato con la droga in zona stazione

Nei giorni scorsi gli agenti in borghese del Reparto Polizia Giudiziaria e Centro Storico della Municipale di Pisa hanno arrestato due borseggiatori, colti in flagranza di reato mentre frugavano negli zaini di due turisti asiatici.

Il personale era impegnato nell'attività di controllo e prevenzione dei furti in zona Duomo, fra cui ricade anche il servizio a bordo della Lam Rossa nel tratto Stazione - Duomo. I due malviventi sono stati notati dagli agenti in zona stazione per il loro atteggiamento sospetto, in particolare per come avevano puntato i villeggianti. Gli agenti sono così saliti sul bus per pedinarli, fino al momento del tentativo di furto avvenuto alla fermata in zona Duomo.

Gli arrestati sono un uomo ed una donna, entrambi originari di Bucarest, Romania, residenti a Pisa. Una volta fermati sono stati portati al Comando di via Battisti per essere identificati. Qui sono risultati a loro carico numerosi precedenti penali per borseggio. I due sono stati quindi trattenuti in camere di sicurezza separate ed in seguito trasferiti a Pisa e Pontedera, per essere processati per direttissima sabato mattina. Il giudice, per entrambi, ha convalidato l'arresto e disposto il processo a settembre, insieme al divieto di dimorare nella provincia di Pisa come misura cautelare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Nucleo Antidegrado della Municipale inoltre, durante uno dei controlli dinamici sempre in zona stazione, ha sorpreso un uomo mentre confezionava sostanze stupefacenti (cocaina ed eroina) in dosi destinate allo spaccio. L'uomo, di origini tunisine, alla vista degli agenti ha ingerito alcune delle confezioni, per cui gli agenti sono dovuti ricorrere anche alla manovra di Heimlich per recuperare la droga. Alla fine l'uomo è stato arrestato e vigilato tutta la notte in cella di sicurezza, in attesa di processo. Oltre agli stupefacenti, sono stati sequestrati anche due telefoni utilizzati per le attività illecite e il denaro, ritenuto provento dello spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

  • Coronavirus: 175 nuovi casi in Toscana, il numero dei guariti supera i deceduti

Torna su
PisaToday è in caricamento