menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio in zona Stazione: un arresto e una denuncia

La Polizia lunedì 29 marzo ha fermato due senegalesi per possesso di stupefacenti. Stamattina gli agenti, insieme a Rete Ferroviaria Italiana, hanno interdetto l'accesso all'edificio dell'ex Annona

Ancora una volta la zona della Stazione è stata al centro delle operazioni di controllo della Questura di Pisa. Nella giornata di lunedì 29 marzo gli agenti in borghese della Sezione Narcotici della Squadra Mobile hanno controllato due giovani nei pressi delle galleria di via Gramsci. Sono stati fermati un tunisino
23enne residente a Lucca e un pisano 22enne: il primo era in possesso di 1 grammo di hashish e il secondo di 1 grammo di marijuana. Entrambi dopo le procedure identificative sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori: in caso di reiterazione, rischiano alcune sanzioni amministrative come il
ritiro della patente, del passaporto e del porto di fucile.

Nel prosieguo del servizio, i poliziotti hanno rintracciato lo spacciatore che aveva venduto la dose di hashish al 23enne tunisino, bloccandolo e sottoponendolo a perquisizione: dalle tasche è spuntato un altro grammo di hashish, per cui è stato denunciato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Si tratta di un senegalese 45enne, che ad un controllo più approfondito è risultato essere ricercato dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Brescia dallo scorso mese di ottobre, poiché deve scontare 7 mesi di reclusione a seguito di condanna per spaccio di stupefacenti commesso nella città lombarda. Al termine delle procedure identificative è stato scortato alla Casa circondariale Don Bosco di Pisa. Un altro senegalese infine, 42enne, è stato sottoposto a controllo in viale Bonaini e trovato in possesso di 5 grammi di marijuana: è stato denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Nelle ultime settimane, inoltre, la Questura ha intensificato i controlli negli immobili inutilizzati da Rete Ferroviaria Italiana, che divengono rifugio di sbandati e criminali che gravitano tra la Stazione ed il quartiere di porta Fiorentina. Nell'ultimo mese sono stati rintracciati tre minori stranieri non accompagnati, tutti di nazionalità tunisina, che come prevede la procedura internazionale di protezione dei minori sono stati collocati nella comunità di accoglienza per minori gestita dai servizi sociali del Comune. E proprio nella mattinata odierna, RFI ha provveduto al ripristino e recupero alcuni fabbricati ubicati tra via Quarantola e porta Fiorentina: l'edificio cosiddetto dell'ex Annona è stato opportunamente interdetto all’accesso mediante l’installazione di grate metalliche, dopo la bonifica dei localida parte della Polizia, per evitare che ritorni ad essere covo di spacciatori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento