Cronaca

False trasferte per gonfiare la busta paga: arrestato funzionario pubblico a Pisa

Il dipendente avrebbe percepito introiti irregolari pari a circa 26mila euro. E' accusato di truffa aggravata ai danni dello Stato, falsità in atto pubblico e sostituzione di persona

Simulava false trasferte per gonfiare il proprio stipendio. A finire in manette un funzionario pubblico di Pisa. Le indagini, nate a seguito di un'attività di whistleblowing interna all'ufficio giudiziario dove il funzionario lavora, coordinate dalla Procura della Repubblica di Pisa, hanno consentito di accertare che il dipendente infedele avrebbe simulato appunto false trasferte per garantirsi maggiori indennità in busta paga, percependo un ingiustificato profitto pari a circa 26.000 euro. L'uomo, accusato di truffa aggravata ai danni dello Stato, falsità in atto pubblico e sostituzione di persona, è stato raggiunto questa mattina dagli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Pisa sul luogo di lavoro, dove è stato tratto in arresto.
Maggiori dettagli verranno forniti in una conferenza stampa, presieduta dal procuratore capo Alessandro Crini, che si terrà questa mattina presso la sede della Procura della Repubblica di Pisa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

False trasferte per gonfiare la busta paga: arrestato funzionario pubblico a Pisa

PisaToday è in caricamento