Cronaca

Doveva scontare tre anni di carcere per spaccio: non ricordava di avere condanne

La donna era salita sul bus navetta che dall'aeroporto di Pisa l'avrebbe trasportata a Firenze. Era condannata per spaccio di droga. La Polizia ha notato un'auto a lei intestata nei parcheggi dell'aeroporto pisano e ha avviato le ricerche

Servizio di controllo sulle targhe delle autovetture posteggiate all'interno dei parcheggi dell'aeroporto 'Galilei' ieri mattina per una pattuglia della Polizia, che ha poi scovato, tra le vetture, una Honda Civic, vecchio modello, risultata intestata a L.V., 32 anni, nata in Sardegna ma residente a Pistoia, di fatto domiciliata alle Isole Canarie, ricercata dalle forze dell’ordine perché destinataria di una cattura per l’esecuzione di una condanna a 3 anni e sei mesi di reclusione per numerosi reati in materia di stupefacenti.

A bordo dell'auto c'era una coppia di giovani che, alla richiesta dei poliziotti, hanno fornito i documenti. Tra loro non c'era la 32enne. I due, interrogati dai poliziotti sul motivo della loro presenza all’aeroporto, hanno riferito di aver accompagnato da poco un’amica per prendere il pullman verso Firenze. A quel punto, i poliziotti hanno chiesto ai fermati dove si trovasse la proprietaria del veicolo, a che titolo fossero in possesso di quell’autovettura e chi fosse l’amica che avevano accompagnato alla fermata del bus, domande alle quali la coppia cercava di rispondere in modo tanto sfuggente quanto arrogante, quasi infastidita da tanta invadenza.

Proprio l’atteggiamento della coppia ha destato particolare sospetto nei poliziotti, al punto da ritenere che proprio la loro amica che era stata accompagnata alla fermata della navetta potesse essere la donna da catturare.
La Volante, pertanto, ha dato immediatamente l’allarme alla Sala Operativa, che ha fatto subito convergere altre due pattuglie della Squadra Volante ed una della Squadra Mobile sulla superstrada in direzione Firenze, alla ricerca del bus che stava presumibilmente trasportando  la ricercata.

Ne è nata una corsa contro il tempo, terminata all’altezza di Empoli, quando una pattuglia della Squadra Volante della Questura di Pisa, dopo una corsa furibonda, ha intercettato un bus e lo ha fatto accostare all’uscita di Empoli Nord.
Saliti sul pullman, gli uomini della Squadra Volante e della Squadra Mobile, dopo aver identificato i passeggeri, hanno trovato la donna ricercata.
La stessa, una volta presa e messa al corrente dei fatti, ha affermato di non ricordare di avere delle condanne penali in corso di esecuzione e si è consegnata sorpresa e silente alla Polizia .
A seguito di perquisizione, nella sua borsa è stato rinvenuta anche una prenotazione stampata per un volo aereo Pisa- Fuerteventura, in partenza tra alcuni giorni.

La donna è stata tradotta dalla Polizia presso il carcere di Sollicciano (FI) dove è tutt’ora detenuta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doveva scontare tre anni di carcere per spaccio: non ricordava di avere condanne

PisaToday è in caricamento