Cronaca Cascina

Geometra arrestato per giro di tangenti a Cascina, il sindaco: "Il Comune farà la sua parte"

Alessio Antonelli interviene sulla vicenda che ha portato all'arresto di un noto professionista, sorpreso dopo aver ricevuto una valigetta con 14mila euro. Il sindaco chiede che sia fatta piena chiarezza sull'episodio che potrebbe coinvolgere anche dipendenti comunali

"La notizia è di quelle che ti fanno saltare sulla sedia. Ma allo stesso tempo ribadisce che cittadini onesti, amministrazioni locali, forze dell'ordine e magistratura possono e sanno contrastare questi fenomeni". Queste le dichiarazioni di Alessio Antonelli, sindaco di Cascina, sulla vicenda dell'arresto di un geometra, accusato di essere al centro di un giro di tangenti per coprire alcune pratiche di abusi edilizi nel territorio cascinese.

"Quando questi comportamenti vengono alla luce, quando il cittadino ha la forza di denunciare, significa che in città si respira aria buona, che i cittadini percepiscono e sanno che certi fenomeni non trovano coperture di chicchessia". L'inchiesta della Guardia di Finanza sarebbe infatti proprio stata messa in moto dalla denuncia di un abitante.

"Come sindaco di Cascina, voglio che si faccia piena chiarezza sulla vicenda, sia perché ritengo un bene che la magistratura vada fino in fondo, sia perché le notizie riportate chiamano in causa dipendenti e uffici comunali dai quali deve essere allontanata qualsiasi ombra oppure accertate con scrupolo ogni responsabilità - prosegue Antonelli - per questo tutta l'Amministrazione comunale è a disposizione per fare la propria parte. E' mia ferma convinzione che una pubblica amministrazione efficiente e trasparente sia un caposaldo imprescindibile della legalità democratica del paese. E una pubblica amministrazione capace si ottiene sia fisiologicamente con le riforme che valorizzano i più meritevoli, sia con l'azione della magistratura che interviene sulle patologie quando si verificano, sanzionando chi si comporta disonestamente".

"Da sindaco ho voluto sin da subito dare un segnale. Molti responsabili sono stati sostituiti puntando su forze nuove, su nuovi entusiasmi e dopo due anni e mezzo le responsabilità sono state di nuovo riorganizzate - conclude il primo cittadino - se saranno accertate precise responsabilità di nostri dipendenti, faremo la nostra parte prendendo tutti i provvedimenti disciplinari del caso, senza tirarci indietro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Geometra arrestato per giro di tangenti a Cascina, il sindaco: "Il Comune farà la sua parte"

PisaToday è in caricamento