Incendiò il portone dello studio di un avvocato a Pontedera: in carcere

L'episodio risale al 2016: la vicenda destò scalpore in città

Nei giorni scorsi, personale della Sezione Anticrimine – Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Polizia di Stato di Pontedera ha arrestato un 64enne italiano, residente in città, in esecuzione all’ordinanza emessa dal Tribunale di Pisa.
L’uomo ha infatti avuto una condanna definitiva a oltre un anno di carcere per aver nel 2016 effettuato un furto di un fascicolo all’interno di uno studio legale cittadino e per aver appiccato un incendio alla porta dello stesso studio.

La vicenda destò scalpore nell’opinione pubblica cittadina e le indagini svolte dalla Polizia portarono all’individuazione del responsabile e al suo arresto. Dopo un periodo di custodia cautelare agli arresti domiciliari, l’uomo fu scarcerato in attesa del processo che lo ha condannato a un periodo di detenzione residua di oltre un anno. Dopo gli adempimenti di rito, l’uomo è stato condotto presso il carcere Don Bosco di Pisa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento