rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

Riciclaggio di denaro: arrestato l'ex presidente nerazzurro Covarelli

L'ex massimo dirigente del Pisa Calcio è finito agli arresti domiciliari nell'ambito di un'inchiesta della Dda di Napoli. Sequestrati beni per nove milioni di euro tra cui ville e immobili anche di valore storico

E' finito agli arresti domiciliari l'ex presidente del Pisa Leonardo Covarelli nell'ambito di un'inchiesta della Dda di Napoli sulle procedure per l'acquisto della clinica napoletana Ruesch. Con lui in manette anche l'imprenditore Dino De Megni e il commercialista romano Umberto Flesca Previti.

Le indagini erano state avviate dalla Guardia di Finanza che aveva ricevuto notizia della compravendita della clinica, operazione poi bloccata dagli investigatori perchè i capitali per l'acquisto sarebbero stati frutto di riciclaggio.

A eseguire i provvedimenti cautelari, i finanzieri del Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di finanza di Roma che hanno sottoposto a sequestro beni, per un valore di oltre 9 milioni di euro, nei confronti di sei degli indagati, tra cui ville e immobili anche di valore storico a Bologna, Pisa, Perugia e Roma nonché numerosi terreni nella provincia di Cosenza.

I reati contestati sono riciclaggio e reimpiego di denaro di illecita provenienza, intestazione fittizia di valori, falso in bilancio, formazione fittizia di capitale, tutti aggravati dalla transnazionalità. Gli autori dei reati, secondo quanto emerso dalle indagini, si sarebbero avvalsi di strutture societarie con sedi in Austria, Germania e Gran Bretagna sui cui conti correnti sarebbero stati accumulati capitali oggetto di sottrazione dall'attivo del fallimento della San Pio sas, società già attiva nel settore alberghiero.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riciclaggio di denaro: arrestato l'ex presidente nerazzurro Covarelli

PisaToday è in caricamento