Fuga tra i padiglioni dell'ospedale Cisanello: arrestato parcheggiatore abusivo, feriti due agenti

Servizio di controllo da parte della Polizia Municipale per contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi. L'assessore annuncia nuovi interventi in altri posteggi cittadini

Un lungo inseguimento tra gli edifici dell'ospedale Cisanello ha portato all'arresto da parte della Polizia Municipale di un parcheggiatore abusivo.
L’arresto è avvenuto nella giornata di venerdì 10 luglio nel corso di un controllo nelle aree del parcheggio dell’ospedale effettuato da sei pattuglie della Municipale, fra uomini in divisa e in borghese. All’arrivo degli agenti alcuni parcheggiatori abusivi sono fuggiti in direzione della Golena d’Arno e gli sforzi degli agenti si sono concentrati sulla persona poi arrestata, anche grazie alle segnalazioni di stewards e addetti ai parcheggi, tutti concordi nell’indicare l’uomo come il soggetto più insistente e minaccioso nei confronti dei cittadini che frequentano il parcheggio.
Una volta raggiunto e bloccato, la Polizia Municipale è riuscita ad arrestare il giovane straniero e a condurlo al Comando di via Battisti. Oltre al sequestro delle somme percepite per l’attività di parcheggiatore abusivo è stato diffidato dal ripresentarsi nell’area ospedaliera. In tal caso scatterebbe il daspo del Questore.
All'uomo sono state contestate le accuse di resistenza e violenza a pubblico ufficiale a causa della condotta violenta durante il fermo: due agenti sono dovuti ricorrere infatti alle cure del Pronto Soccorso. Il Giudice, nell’udienza per direttissima che si è tenuta stamani, ha convalidato l’arresto e ha emesso la misura cautelare dell’obbligo di permanenza nel Comune di Cascina con divieto di allontanarsi dalla sua residenza dalle 21.00 alle 7.00. Il processo è stato rinviato a ottobre.

Soddisfatta l’assessore alla Sicurezza Giovanna Bonanno: "Una brillante operazione degli agenti della Polizia Municipale che ringrazio per il lavoro svolto. Ho dato loro delle direttive chiare in questo senso, chiedendo un’attenzione particolare al presidio dei parcheggi, per liberarli dalla presenza di parcheggiatori e venditori abusivi che, come nel caso dell’arrestato, spesso hanno un atteggiamento insistente e persino minaccioso nei confronti dei cittadini. Pratica resa ancora più odiosa se svolta nel parcheggio dell’ospedale, dove i pisani sono costretti a recarsi per questioni relative alla propria salute o in visita a familiari ricoverati. Le operazioni di controllo proseguiranno anche nei prossimi giorni e, anzi, saranno estese a tutti i parcheggi cittadini, con particolare riferimento a quelli di Piazza Carrara, Piazza Santa Caterina e Piazza Sant’Antonio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

Torna su
PisaToday è in caricamento