Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Pratale / Via Paparelli

Via Paparelli, spaccia a bordo di una bici di lusso: trovati eroina e oggetti rubati

Il giovane 28enne è stato fermato dagli agenti che hanno proceduto alla perquisizione personale e dell'abitazione. In casa aveva oggetti informatici avvolti in molti strati di carta stagnola per evitare la geolocalizzaione

Aveva scelto una bicicletta da 'Le mille e una notte' per muoversi con maggior velocità durante la sua attività di spaccio. A finire in manette un magrebino di 28 anni, S.O., fermato dalla Polizia ieri pomeriggio.

Durante un’attività di controllo del territorio, gli uomini della Squadra Volante hanno osservato a lungo i movimenti del giovane che, a bordo di una mountain bike di lusso, una Specialized da competizione completamente in fibra di carbonio e freni in ceramica, si aggirava con fare sospetto tra il parcheggio di via Paparelli e il marciapiede collocato sul lato opposto, che per tutta la sua lunghezza è costeggiato da una barriera frangi-suono in vetro e cemento. Il giovane, che usciva ed entrava dal corridoio, ha attirato l’attenzione degli agenti appostati che, atteso l’attimo giusto, sono entrati in azione. Il ragazzo, alla vista degli agenti, ha tentato inutilmente la fuga. Nella mano destra stringeva un involucro di carta che conteneva eroina.

Immediatamente è scattata la perquisizione che ha consentito di scovare, nelle tasche del giovane, altri involucri con circa 60 dosi della stessa sostanza stupefacente.

I poliziotti sono stati attirati, oltre che dalla droga e dalla bicicletta, il cui valore al nuovo è stimato in circa 5000 euro, anche da un altro particolare. Infatti il giovane, disoccupato, è stato trovato in possesso anche di un Ipad che, nonostante il pusher continuasse a rivendicarne come suo, era impostato in realtà in lingua polacca. Elemento che ha insospettito ancora di più gli agenti, che hanno deciso così di procedere alla perquisizione dell’abitazione del ragazzo.

All’interno della piccola casa di via Cisanello, passata interamente al setaccio, è stato trovato, oltre ad evidenti tracce di confezionamento di sostanza stupefacente e diverso denaro contante, un vero e proprio bazar di oggetti rubati.
Dentro il cassetto di una dispensa, c'erano numerosi cellulari, smartphone della Samsung e della Apple, due Tablet ed un pc portatile, tutti avvolti all’interno di molti strati di carta stagnola, schermatura utilizzata per evitare che l’oggetto rubato possa trasmettere segnali utili per la geolocalizzazione.

Gli oggetti, compresa la bicicletta, evidente provento di furto ed utilizzati dai ladri, per lo più tossicodipendenti, come moneta di scambio per ottenere droga, sono stati tutti sequestrati.

Il giovane è stato arrestato dalla Squadra Volante per il reato di detenzione con finalità di spaccio di sostanze stupefacenti e denunciato per ricettazione. Presentato oggi davanti al Giudice, è stato condannato a due anni di reclusione, pena sospesa.

La Polizia di Stato è all’opera per restituire gli oggetti rubati ai legittimi proprietari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Paparelli, spaccia a bordo di una bici di lusso: trovati eroina e oggetti rubati

PisaToday è in caricamento