Cronaca Pratale / Via Alberto Paparelli

Spaccia droga in via Paparelli: lo stupefacente nascosto in un ovetto di plastica

Sono stati i cittadini a segnalare la presenza sospetta dell'uomo in zona mercato

Arrestato nella tarda mattinata di ieri, 24 marzo, dalla Polizia di Stato, nei pressi del passaggio pedonale di via Paparelli all’altezza della fermata del bus per il centro città, un tunisino 39enne, colto in flagranza durante lo spaccio di droga.

Qualche giorno fa erano arrivate segnalazioni sulla app della Polizia di Stato 'YouPol', che consente ai cittadini di segnalare reati, di una presenza sospetta e quasi quotidiana in zona mercato di un nordafricano, che arrivava in bici, confabulava per pochi secondi con diversi giovani per poi allontanarsi dopo aver scambiato qualcosa con i clienti. I poliziotti hanno subito capito che quanto segnalato dai cittadini-investigatori era da ricondurre con certezza a vicende di spaccio, pertanto hanno effettuato diversi passaggi in zona, fino a quando hanno intravisto lo spacciatore ed un probabile acquirente, bloccando entrambi prima che il pusher tentasse la fuga a bordo della bici.

L’ acquirente, un operaio pisano, ha ammesso che i 100 euro appena consegnati al tunisino e trovati dai poliziotti in mano a quest’ultimo, servivano per acquistare 4 dosi di cocaina. Il tunisino, mentre abbozzava la fuga, ha lasciato cadere tra i cespugli un ovetto in plastica (tipo sorpresa ovetto Kinder) contenente 24 dosi di eroina e 21 dosi di cocaina, già pronte per lo spaccio, che al dettaglio gli avrebbero fruttato almeno 1.200 euro.

Entrambi sono stati accompagnati in Questura per la redazione dei verbali di rito; l’acquirente è stato amministrativamente segnalato alla Prefettura come assuntore, mentre il tunisino è stato arrestato sia per lo spaccio e la detenzione di un cospicuo numero di dosi di stupefacenti, sia perché inottemperante all'ordine di allontanamento dal territorio nazionale emesso dal questore di Pisa nel febbraio del 2022.

Dopo aver passato la notte nelle celle di sicurezza della Questura, stamani alle 10.30 è stato scortato dai poliziotti in Tribunale, dove il giudice ha convalidato l’arresto e disposto, a seguito della richiesta dei termini a difesa, la misura cautelare del divieto di dimora a Pisa, in attesa del dibattimento previsto per il prossimo 14 aprile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccia droga in via Paparelli: lo stupefacente nascosto in un ovetto di plastica
PisaToday è in caricamento