Cronaca Viale America

Artigiano caduto dal tetto, scoppia la polemica: "I costi per la sicurezza pari a 0 euro"

E' il Movimento Cinque Stelle a sollevare la questione dopo aver consultato la determina con l'affidamento dei lavori alla ditta F.lli Iovine di San Miniato. L'uomo, sottolineano i 'grillini', non era assicurato ad una corda e mancavano i ponteggi

La tettoia dalla quale è caduto Iovine

Si alza la polemica dopo la morte di Pietro Iovine, l'artigiano che mercoledì è caduto dal tetto di un capannone mentre stava eseguendo alcuni lavori al magazzino del Comune di Pontedera, all'inizio di viale America. Nell'occhio del ciclone è finita la determina, la n° 18 dell'11 febbraio 2015, nella quale il Comune ha affidato i lavori. Nell'offerta economica presentata dalla ditta F.lli Iovine srl, per un importo di oltre 19mila euro, si legge che sono pari a zero euro i costi per la sicurezza. E' il Movimento Cinque Stelle a sollevare la questione.

"La dinamica dell’incidente e le foto pubblicate dalle varie testate ci hanno indotto a compiere alcune riflessioni e a porci domande che hanno trovato risposta nella determina n°18 del 2° settore, contenente l’offerta economica della ditta appaltatrice F.lli Iovine - sottolinea Fabiola Toncelli, consigliere comunale del M5S - in essa si apprende che i costi di sicurezza ammontano ad euro 0,00 (avete letto bene…zero) e sapete perché? Perché questo il bando contemplava. Sarà questo il motivo per cui il povero carpentiere lavorava privo di ogni presidio di sicurezza operando ad un’altezza di oltre 7 metri senza essere nemmeno assicurato ad una corda? Sarà mica per la stessa ragione che mancavano i ponteggi che avrebbero dovuto estendersi su tutto il perimetro dell’area interessata dalle manutenzioni, il piano di sicurezza sottoponte o idonee reti di sicurezza?".

"In qualità di committente, il Comune è responsabile di non aver vigilato sull’effettiva realizzazione degli interventi atti ad evitare infortuni e a garantire l’incolumità dei lavoratori - aggiunge - come mai la determina non accenna al Piano Sostitutivo di Sicurezza, documento che dev’essere obbligatoriamente redatto su incarico del committente (il Comune) prima dell’inizio dei lavori?".

"Al di là degli aspetti tecnici, è lapalissiano che se si redigono bandi dove alla sicurezza dei lavoratori non è destinato un soldo e di conseguenza si finisce per appaltare i lavori pubblici ad una ditta che alla voce oneri di sicurezza riporta zero - conclude Toncelli - l’interesse nei confronti dell’incolumità e della vita stessa dei lavoratori è nulla. Non c’è dolo? Indubbiamente c’è colpa, colpa grave, come in quasi tutte le morti bianche e quest’ultima non può fare eccezione solo perché è rossa!".

A rincarare la dose anche Alessandro Tantussi, esponente del centrodestra: "Non sono state rispettate le regole previste per la sicurezza sul lavoro, la vittima è caduta perché non c’erano ponteggi, non c’era una linea salvavita, non indossava la cintura di sicurezza. E il motivo? Semplice, a parte l’imprudenza che la vittima ha pagato duramente con la propria vita, quello che è sconcertante è il fatto che il Comune di Pontedera non aveva previsto nessun ponteggio, presidio e nessun compenso per la sicurezza. Per lavorare sulla tettoia sarebbe stato necessario provvedere un ponteggio sul perimetro della struttura, dotato di rete anticaduta, o quantomeno una 'linea vita' alla quale l’artigiano avrebbe dovuto assicurarsi per evitare il rischio di cadute. Quanto sarebbe costato un ponteggio? Un ponteggio sarebbe sicuramente costato 4 o 5.000 euro, ma se il Comune li avesse previsti nell’appalto… non sarebbe morto nessuno.  Possibile che un ente pubblico risparmi sulla sicurezza e metta a repentaglio la vita delle persone? - prosegue Tantussi - non esiste che una persona possa lavorare a sette metri dal suolo senza alcuna protezione. E dunque l’artigiano che è deceduto lavorava, per colpa del committente, in condizioni di gravissimo rischio di caduta".

I SOCCORSI: PARLA UN VIGILE DEL FUOCO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Artigiano caduto dal tetto, scoppia la polemica: "I costi per la sicurezza pari a 0 euro"

PisaToday è in caricamento