Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Porta a Lucca / Via Ugo Rindi

Via Rindi torna sicura: per quattro anni le radici dei pini non saranno un problema

Terminato il risanamento dell'asfalto, l'amministrazione comunale darà poi il via al progetto di riqualificazione complessiva della strada. Intanto sono iniziati anche i lavori in via Leopardi, nel quartiere di Santa Maria

Lavori di manutenzione finiti e via Rindi di nuovo percorribile in tutta sicurezza dalle prime ore di ieri pomeriggio. Uomini e mezzi di Avr, il global service cittadino per la manutenzione stradale, che venerdi scorso avevano completato il risanamento e la riasfaltatura delle fasce di strada più vicine ai pini e quindi maggiormente danneggiate dalle radici degli alberi, infatti, ieri hanno completato anche la nuova segnaletica orizzontale e riaperto completamente la strada alla circolazione.

Ci sono voluti circa centomila euro d’investimento, interamente a carico dell’amministrazione comunale, per mettere in sicurezza una delle strade più percorse della città e maggiormente danneggiate dalle radici dei pini lungo tutte e due le carreggiate, realizzando un intervento richiesto da tempo dai residenti e dai tantissimi altri pisani che sono soliti utilizzare questa strada nei loro spostamenti quotidiani: con i lavori effettuati a cavallo fra la fine della scorsa settimana e l’inizio di questa, infatti, via Rindi è di nuovo percorribile in totale sicurezza tanto dai mezzi a motore quanto da bici e pedoni almeno per i prossimi quattro anni, ossia il tempo che impiegheranno le radici dei pini per tornare ad affiorare in superficie danneggiando la pavimentazione stradale, un periodo che l’amministrazione comunale utilizzerà anche per dare il la al progetto di riqualificazione complessiva della strada, inclusi i percorsi ciclopedonali laterali.Via Leopardi-2

Da martedi inoltre al via anche la rilastricatura di via Leopardi, il vicolo del quartiere di Santa Maria che collega le vie don Gaetano Boschi e della Faggiola: qui l’investimento è di 105mila euro e la durata dei lavori di circa tre mesi, tempo necessario per realizzare, oltre alla nuova pavimentazione in pietra alberese, anche la fognatura bianca e i relativi allacciamenti, i pozzetti in ghisa e la realizzazione della nuova illuminazione pubblica con l’installazione di cinque lanterne artistiche al posto dei vecchio impianto.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Rindi torna sicura: per quattro anni le radici dei pini non saranno un problema

PisaToday è in caricamento