Cronaca

Asili nido comunali in agitazione, i Cobas: "Si racconta una sola verità"

Dopo la notizia, già annunciata nei mesi scorsi, dell'assunzione di sei educatori a tempo determinato, in servizio dal 7 gennaio, il sindacato punta il dito contro la decisione di esternalizzare un nido: 36 posti andranno a strutture private convenzionate

Prosegue l'agitazione negli asili nido comunali. Sono i Cobas ad annunciarlo, dopo la notizia dell'avvenuta assunzione di sei educatori a tempo determinato, annunciata nei mesi scorsi e confermata pochi giorni fa dall'amministrazione comunale di Pisa.

"L'amministrazione non la dice tutta sui servizi educativi comunali - affermano dai Cobas Pubblico Impiego - non è nuova la notizia delle sei assunzioni a tempo determinato a partire dal 7 gennaio, visto che fin da settembre l'amministrazione comunale aveva preannunciato queste assunzioni solo ed esclusivamente a partire dall'anno nuovo, e non da settembre 2013 come richiesto dalle lavoratrici e dal sindacato".

"Sicuramente con queste assunzioni torneremo ad organici stabili ma solo per sei mesi, quando gli impegni assunti dall'amministrazione verranno meno - sottolineano dal Comitato di Base - l'amministrazione comunale nel frattempo ha già operato le proprie scelte sui futuri assetti dei servizi educativi come dimostra l'annuncio della esternalizzazione di un nido e l'affidamento del progetto innovativo da zero a sei anni a strutture private".

"Se da un lato si chiede di valutare e progettare la nuova organizzazione con utenti e lavoratrici, dall'altra l'assessora Chiofalo e la Giunta, nel bilancio, presentano come ineluttabile la chiusura di un nido a gestione diretta con la esternalizzazione di circa 36 posti nei nidi a favore di strutture private in convenzione - proseguono - quanto poi alla diminuzione dei posti nei nidi comunali, sarebbe auspicabile che l'amministrazione non utilizzasse il dato per esternalizzare riflettendo invece sulle cause (crisi economica e tempistica lunga nella assegnazione dei posti nei nidi, diminuzione dei posti letto che ha orientato le famiglie verso le strutture private)".

"Ancora una volta - chiudono dal sindacato - si racconta alla cittadinanza solo una verità a uso e consumo delle scelte politiche dell'amministrazione, per esempio sul fronte sostituzioni non c'è alcun accenno nel comunicato dell'amministrazione, eppure proprio la certezza delle sostituzioni è stata garanzia di un servizio efficiente e ben funzionante (come prevedeva l'accordo del 2011 che l'amministrazione ha rimesso in discussione e che noi continuiamo a considerare il solo strumento a salvaguardia dei servizi pubblici)".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asili nido comunali in agitazione, i Cobas: "Si racconta una sola verità"

PisaToday è in caricamento