Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Nuovi poliziotti a Pisa: "Ancora nessuna assegnazione per la nostra città"

Il Dipartimento per la pubblica sicurezza del Ministero dell'Interno ha comunicato le 35 province che risultano assegnatarie dei nuovi agenti usciti dal 201° corso per allievi

Nessun poliziotto per Pisa e Provincia. E' quanto denuncia il sindacato di Polizia Silp Pisa in merito al 201° corso per allievi di polizia che si concluderà il prossimo 3 dicembre. Il Dipartimento per la pubblica sicurezza del Ministero dell'Interno ha infatti comunicato ai sindacati di categoria ieri, martedì 20 novembre, le 35 province che risultano assegnatarie dei nuovi agenti. Tra queste manca ancora una volta la città della Torre. Presenti invece altre 3 città toscane: Firenze, Prato e Pistoia

"Come già immaginavamo - scrive in una nota Michele Salvadori, segretario del Silp Pisa - abbiamo avuto conferma dalle nuove assegnazioni previste per il mese di dicembre che nessuna nuova unità è prevista per la nostra provincia. Quello che emerge è che, a fronte dei pensionamenti già avvenuti nel corso dell'anno e di quelli già previsti per i primi mesi del 2019, il saldo per la Questura di Pisa risulta ancora negativo. Ci aspettavamo, e ancora ci aspettiamo, i cambiamenti promessi dall'esecutivo in termini di investimenti sulla sicurezza, ma nei fatti ancora non si è riscontrato quanto viene sbandierato a parole e in realtà come quella della provincia di Pisa a farne le spese sono i cittadini che vedono la presenza sempre minore della Polizia sul territorio".

"L'Ufficio volanti della Questura - continua Salvadori - è all'osso e i commissariati distaccati di Pontedera e Volterra a stento riescono a garantire una volante. Di meglio non va nelle specialità: Polfer, Stradale e Polizia di Frontiera vivono in continua emergenza con organici basati su piante organiche che non tengono conto delle mutate esigenze e, come nel caso della Questura, delle uscite dei pensionamenti che non vengono reintegrati. Come Silp rinnoviamo la necessità di passare dalle parole ai fatti, procedendo alle assunzioni previste per tamponare la riduzione di personale e ringiovanire gli organici".

Il valzer dei numeri

Continua insomma il valzer dei numeri iniziato alcune settimane fa con la comunicazione che nessun agente di polizia, tra i 740 in uscita dal 200° corso di allievi, sarebbe stato assegnato alla provincia di Pisa. Era poi intervenuto sull'argomento direttamente il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, che aveva affermato come "Pisa già ha avuto i suoi poliziotti" annunciando poi l'arrivo di altri dieci agenti che sarebbero dovuti giungere in città tra il mese di ottobre 2018 e febbraio 2019. Affermazioni poi contestate poche ore dopo dal sindacato di polizia Silp che, parlando di "numeri sparati a caso", spiegava come l'aumento di organico per Pisa, tra pensionamenti e nuove assunzioni, sarebbe stato alla fine di sole due unità. 

A questa presa di posizione era seguita una nota ufficiale del Ministero dell'Interno, nella quale si annunciava l'arrivo entro febbraio 2019 di 12 nuovi poliziotti. Numeri ancora una volta contestati questa volta dal presidente della Regione, Enrico Rossi che aveva accusato il vicepremier di fare "propaganda spicciola".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi poliziotti a Pisa: "Ancora nessuna assegnazione per la nostra città"

PisaToday è in caricamento