Cronaca Pontedera

Ospedale di Pontedera, infermieri sul piede di guerra: pronti allo stato di agitazione

Il sindacato NurSind chiede chiarezza all'azienda Asl sul piano di riorganizzazione del personale. Venerdì prossimo prevista una nuova assemblea in caso di situazione immutata

Una partecipata assemblea quella di oggi, venerdì 14 ottobre, all'ospedale di Pontedera, alla quale, secondo quanto riporta il sindacato NurSind, ha partecipato la totalità del personale infermieristico e oss ad eccezione dei soli due infermieri impegnati nella conclusione di un intervento ancora in corso alle ore 13, orario di inizio dell'incontro dei dipendenti ospedalieri. Al centro dell'assemblea la questione della carenza del personale sollevata nei giorni scorsi da NurSind.

"Il personale ha discusso dell'indiscrezione che l'azienda sta approntando un piano di riorganizzazione che prevede l'implementazione del personale infermieristico del blocco operatorio con il personale infermieristico delle sale dell'ambulatorio chirurgico - spiega il segretario provinciale NurSind Daniele Carbocci - NurSind in accordo con gli infermieri del blocco operatorio ha proclamato per il prossimo venerdì dalle ore 13 alle ore 15 un'ulteriore assemblea del personale con il blocco dell'attività operatoria, se entro la metà della prossima settimana il piano aziendale non vedrà la luce e sia risolutivo della situazione di disagio che sta vivendo il personale del blocco operatorio".


Se anche il prossimo venerdì la situazione non cambierà, gli infermieri sono pronti a proclamare lo stato di agitazione con la richiesta di incontro con il prefetto per scongiurare lo sciopero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale di Pontedera, infermieri sul piede di guerra: pronti allo stato di agitazione

PisaToday è in caricamento