Cronaca

Agricoltura: tanti pisani a Roma per difendere il 'Made in Italy'

Un'importante delegazione di imprenditori pisani all'assemblea nazionale di Coldiretti sullo sviluppo sostenibile. L'argomento principe saranno le soluzioni per superare la crisi economica

Hanno raggiunto la capitale con pullman, auto e treni, i numerosi imprenditori agricoli, disposti a tutto per difendere il Made in Italy e la ripresa economica del Paese, per l'assemblea nazionale di Coldiretti. La delegazione pisana è guidata dal Presidente Fabrizio Filippi, insieme al direttore, Aniello Ascolese, a delegati e rappresentanti dei movimenti. Ci saranno  tanti imprenditori, di tutte le età e provenienti da tutte le frazioni. La numerosa delegazione di imprese pisane è arrivata intorno alle 9.30 al Palalottamica, per far sentire le proprie ragioni.

Gli imprenditori vogliono affermare con grinta il modello per una filiera agricola corta, tutta italiana, il progetto costruito da Coldiretti per garantire un futuro all’agricoltura. Il "Made in Italy" con i suoi primati economici, ambientali e sociali, serve ad evidenziare il contributo positivo che può offrire la crescita sostenibile, in un difficile momento di crisi. Per Coldiretti, i prodotti italiani sono un importante patrimonio del Paese, le cui potenzialità dipendono anche dalla capacità di sostenere la competitività delle imprese.

Con questo obiettivo è stata elaborata la prima analisi sull’efficacia della politica italiana e comunitaria nell’ultima legislatura, alla vigilia della pausa estiva che aprirà di fatto la campagna elettorale.  All’Assemblea sono invitati i maggiori esponenti del mondo accademico, rappresentanti istituzionali, responsabili delle forze sociali, economiche, sindacali e politiche nazionali ed estere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura: tanti pisani a Roma per difendere il 'Made in Italy'

PisaToday è in caricamento