menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assembramenti sui bus: tutor per 21 fermate in provincia di Pisa

Sono state individuate le aree dove saranno presenti gli operatori, a partire dall'11 gennaio

Prende il via il progetto 'Ti accompagno' contro gli assembramenti alle fermate del bus. Sono state individuate, in collaborazione con CCT, le fermate e/o zone (autostazioni) che nel periodo di apertura delle scuole hanno evidenziato maggiori criticità in termini di presenza di utenti. Le fermate/aree individuate sono state classificate secondo due diversi livelli di criticità: nella tipologia 1 rientrano tutti i punti che quotidianamente possono risultare affollati, mentre nella tipologia 2 rientrano le fermate che solo più sporadicamente possono registrare significativi livelli di affollamento e comunque tendenzialmente sempre inferiori ai punti di tipologia 1. 

A partire dal 11 gennaio 2021, 21 fermate/aree di alta criticità distribuite su tutto il territorio provinciale saranno presidiate da personale opportunamente formato (Tutors) per assicurare un’efficace informazione e controllo del livello di affollamento e comportamentale degli utenti del TPL, affinché vengano rispettate le norme di distanziamento previste per l’accessibilità ai servizi di trasporto pubblico. Il progetto sarà attuato attraverso personale messo a disposizione sia da associazioni del terzo settore (circa 30 persone) sia dall’Azienza CTT Nord, sia dalla Provincia di Pisa stessa, con l'importante contributo di Arnera che ha messo a disposizione del proprio personale.

"Il progetto - dichiara il Presidente della Provincia Massimiliano Angori - si svilupperà nel corso di questo anno scolastico nei giorni di apertura delle scuole. Tutti gli operatori selezionati per le attività di tutoraggio/accompagnamento dei viaggiatori saranno opportunamente selezionati e formati per assicurare un approccio ottimale nei confronti degli utenti del TPL, in questo caso giovani, sotto diversi profili: educativo, informativo, comunicativo".

In caso di necessità tutto il personale impiegato potrà inoltre collegarsi direttamente con gli operatori responsabili dell’ordine pubblico (Polizia Municipale, Carabinieri, ecc.) per richiedere in eventuali casi valutati particolarmente critici, l’intervento di soggetti abilitati a garantire l’ordine pubblico, oltre al rispetto delle norme comportamentali per l’accesso ai servizi di TPL.

Lo scopo di tale scelta è garantire un maggiore controllo sulla rete dei servizi di TPL finalizzato a prevenire possibili criticità e regolare momenti di affollamento/comportamento degli utenti del TPL rispettando le norme di prevenzione previste per l’accesso ai servizi di TPL a causa dell’emergenza sanitaria in atto. "E di fatto la Regione ha già coordinato un monitoraggio costante in partenza da lunedì 11 che vedrà impegnate anche la Provincia e la Prefettura di Pisa al fine di fronteggiare tempestivamente le eventuali criticità e verificare puntualmente l'evoluzione del meccanismo messo a punto in queste ultime settimane", conclude il Presidente Angori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento