Cronaca

Rapina al Palabingo: assolta la guardia giurata che uccise il collega rapinatore

Simone Paolini nell'agosto del 2015 sparò e uccise il collega che voleva rapinarlo. Il giudice gli ha riconosciuto la legittima difesa

Simone Paolini, la guardia giurata che nell'agosto del 2015 sparò e uccise al collega-ladro, Davide Giuliani, durante un tentativo di rapina al Palabingo di Navacchio, è stato assolto. Il giudice ha infatti riconosciuto per l'imputato la legittima difesa. A riportarlo i giornali locali.

Secondo quanto ricostruito la vittima, Davide Giuliani, anch'esso membro dello stesso corpo di guardie giurate di Paolini, intorno alle 4.30 di notte del 14 agosto 2015, tentò di rapinare l'incasso del Palabingo che Paolini aveva appena preso in custodia. Il rapinatore, armato e con il volto travisato, tentò di aprire lo sportello della macchina sulla quale si trovava Paolini facendo nascere una colluttazione durante la quale Paolini sparò. Il rapinatore, ferito gravemente, tentò la fuga ma morì poco dopo essere salito sulla propria auto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina al Palabingo: assolta la guardia giurata che uccise il collega rapinatore

PisaToday è in caricamento