Assunzioni in Comune mancanti, la Rsu: "L'amministrazione disattende gli impegni presi"

E' quanto denunciano i Delegati Lavoratori Indipendenti del comune di Pisa: "Polizia Municipale e servizi educativi due settori particolarmente martoriati dall'assenza di personale"

"Ci si lamenta per il mancato arrivo rinforzi per quanto riguarda le forze dell'ordine, ma quando si poteva stabilizzare i precari della Polizia Municipale si è scelto deliberatamente di non farlo". E' quanto affermano i Delegati dei Lavoratori Indipendenti del comune di Pisa che denunciano come il comune "disattende gli impegni presi sui servizi e sull’occupazione".

Si parte appunto dalla Municipale. "Attualmente ci sono 112 agenti, 13 ispettori e 4 dipendenti - scrive in una nota Federico Giusti - che fino al 31 luglio svolgono mansioni superiori. Siamo assai lontani dall’organico di 170 vigili che il Sindaco sosteneva di volere applicando uno studio di anni fa. Delle 11 assunzioni previste ne sono arrivate solo una parte: mancano ben 4 assunzioni rispetto a quelle annunciate e nel frattempo 3 agenti della Municipale sono stati trasferiti ad altri uffici per problemi di salute. Se poi consideriamo i pensionamenti, da qui a pochi mesi, la situazione organici alla Polizia Muncipale diventa insostenibile ma nonostante tutto questo il concorso previsto non è stato ancora bandito. E’ troppo chiedere una data?"

Ma il sottodimensionamento dell'organico riguarderebbe anche altri settori. "Da settimane - prosegue Giusti - per esempio attendiamo risposte sui servizi educativi. Chiediamo: potenziamento degli organici aggiungendo almeno un part-time per ogni struttura nido e revisione dei carichi di lavoro; concorso per educatori e per insegnanti in modo da coprire le scoperture negli organici di nidi e scuole dell’infanzia; revisione dei carichi di lavoro per il personale ausiliario e potenziamento dotazioni; stabilizzazione dei precari. Allo scuolabus mancano inoltre 5 dipendenti: la nostra proposta è un concorso che preveda anche dei punteggi per i precari, proposta ragionevole alla quale non è però seguita alcuna risposta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La sofferenza - conclude Giusti - riguarda ormai tutti i settori. Ma si dimentica che i fabbisogni di personale riguardano tutti, cittadinanza inclusa. Ci è stato detto che la spesa per il personale a tempo determinato sarebbe troppo alta, eppure non ci sono le assunzioni necessarie nonostante la possibilità di bandire concorsi (dai tecnici agli autisti senza dimenticare gli amministrativi). Sindaco e amministratori vendono all’opinione pubblica assunzioni e stabilizzazioni che non vengono poi fatte e a rimetterci sono i  lavoratori, le lavoratrici e la cittadinanza tutta. Una situazione vergognosa acuita dal fatto che è già iniziata la campagna elettorale per il prossimo sindaco in nome della quale si sacrificano tutti i problemi reali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento