Cronaca

Assunzioni in Comune, Cub: "Assessore Bonanno, perchè del piano di fabbisogno di personale non ne parla con il sindacato?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Ancora una volta apprendiamo dalla stampa del nuovo piano di fabbisogno di personale approvato dalla Giunta Conti senza alcun confronto (manca perfino la tempestiva informazione) con il Sindacato.
Non è solo un problema di metodo e di democrazia ma di sostanza, del resto il 2020 si è concluso con una quindicina di dipendenti in meno se confrontiamo personale in entrata ed in uscita.
Il Comune di Pisa annuncia l’assunzione di 49 unità di personale a tempo indeterminato nel corso del 2021 e 12 a tempo determinato per la Polizia locale per altro in deroga alla spesa di personale come prevede la normativa.
Ma quanti saranno i pensionamenti e le uscite per mobilità? Senza questi dati i cittadini capiranno ben poco per non parlare poi dei settori di destinazione dei nuovi assunti che dovrebbero supportare le direzioni con maggiori carenze di organico.
Siamo poi letteralmente basiti nel leggere che si continua ad investire per assicurare sempre più alti livelli di efficacia ed efficienza dell’azione amministrativa e istituzionale quando da anni manca, e non solo per colpa della attuale Giunta, un vero piano di formazione per accrescere competenze e professionalità nell'Ente.
 
La motivazione del personale in organico dovrebbe essere l'incipit della azione amministrativa e non pensare che i dipendenti attuali, senza nulla togliere ai giovani da assumere, non siano meritevoli di opportunità nuove attraverso formazione, concorsi e una riorganizzazione della macchina comunale da condividere e costruire insieme a dirigenti, dipendenti e sindacato.
Leggiamo di 49 assunzioni a tempo indeterminato cosi' suddivise: 17 per istruttore amministrativo, 1 per dirigente tecnico, 1 per dirigente amministrativo, 1 per istruttore direttivo di Polizia Municipale, 2 per istruttore direttivo informatico, 2 per istruttore informatico, 4 per istruttore asilo nido,  1 per istruttore agrario categorie protette, 10 per istruttore agente di Polizia Municipale, 1 istruttore direttivo amministrativo, 3 per istruttore direttivo tecnico, 4 per collaboratore professionale, 2 per istruttore tecnico.
Ma non era stato detto di privilegiare la assunzione di personale non dirigenziale? E alcuni profili professionali non sono sottodimensionati rispetto ai reali fabbisogni della macchina comunale? E perchè non si fa una analisi comparata delle entrate e delle uscite profilo per profilo, direzione per direzione?
 
Al 31 dicembre 2020 i dipendenti a tempo indeterminato del Comune di Pisa erano 639 (654 nel 2019, - 2%),nel 2020 hanno cessato l’attività (dimissioni, decessi, mobilità, pensionamenti) 76 persone, di queste 55 per pensionamenti. Ma le assunzioni sono stati inferiori alle uscite, questo è un fatto incontrovertibile come inconfutabile è la riduzione di personale da anni.
E sempre per citare i dati la spesa per il personale del Comune di Pisa è di circa 31 milioni , ben due milioni in meno di soli due anni f, ragione per cui per vengano le assunzioni ma resta il fatto che i comunicati stampa dell'amministrazione nascondono l'incapacità di affrontare molti dei problemi della macchina comunale continuando ad operare senza alcun confronto reale con il sindacato che da tempo ha evidenziato criticità mai affrontate e risolte.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assunzioni in Comune, Cub: "Assessore Bonanno, perchè del piano di fabbisogno di personale non ne parla con il sindacato?"

PisaToday è in caricamento