Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Attentato di Nizza: tre giovani pisani a due passi dalla strage

Edoardo Gabaglio, Ilaria Pace e Pieralberto Rampini si trovano nella città francese. Edoardo e Ilaria hanno visto la morte in faccia

Solo tanta paura ma per fortuna stanno bene. Nell'inferno di Nizza, proprio lungo la Promenade des Anglais, teatro del massacro provocato da un camion che si è scagliato sulla folla, c'erano anche due ragazzi della provincia di Pisa, Edoardo Gabaglio di Chianni e Ilaria Pace di San Miniato che lavorano in un ristorante proprio sul celebre lungomare.

"Mentre ero a lavoro abbiamo sentito delle urla e siamo usciti - racconta Gabaglio - abbiamo visto migliaia e migliaia di persone scappare. Dopo qualche minuto abbiamo sentito dei botti e siamo scappati in cucina insieme ad altre 100 - 150 persone. Ci siamo chiusi dentro per almeno 15 minuti poi siamo fuggiti tutti a casa. Dopo abbiamo saputo che eravamo a 200 metri dall'attentato".
Ilaria invece era a cena fuori e al momento dell'attentato è stata poi chiusa in un ristorante per un'ora per sicurezza prima di poter fuggire a casa sana e salva.

Venerdì mattina Nizza si è svegliata in un clima surreale. "Io non sono uscito di casa - prosegue Edoardo Gabaglio - sul lungomare di solito è pieno di persone ma oggi non c'è nessuno fuori da quello che vedo e sento da casa".

A Nizza anche un altro giovane di Pontedera, Pieralberto Rampini che si trovava comunque nella sua abitazione al momento dell'attentato. Su Facebook scrive per rassicurare amici e parenti: "Ragazzi...qui stiamo tutti bene". Pieralberto aveva lavorato la mattina e il pomeriggio e aveva voglia di stare a casa la sera. Una decisione che forse gli ha salvato la vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato di Nizza: tre giovani pisani a due passi dalla strage

PisaToday è in caricamento