Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Auto blu: facciamo due conti in tasca alle Pubbliche Amministrazioni

Il Dipartimento della Funzione Pubblica ha monitorato il numero dei veicoli a disposizione dei vari enti: ecco alcuni dati riguardanti Provincia, Asl e Università

Auto blu, simbolo di privilegi, di ricchezza e di un potere ormai sotto le luci dei riflettori, da quando i portafogli dei politici italiani sono diventati di interesse nazionale. Oggi i cittadini potranno curiosare nei dati dei vari enti visto che il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha dato vita nei mesi scorsi ad un'attività di monitoraggio sul parco auto della Pubblica Amministrazione. I dati raccolti riguardano il biennio 2009-2010 e sono divisi in tre tipologie di veicoli:

- auto blu blu di rappresentanza (utilizzate dalle alte cariche dello Stato, delle magistrature e delle Autorità indipendenti o assegnate agli organi di governo di regioni e amministrazioni locali, e ai vertici istituzionali degli enti pubblici centrali e locali);
- auto blu utilizzate dalla dirigenza apicale;
- auto grigie a disposizione degli uffici (incluse le auto della polizia locale).

Ecco i dati stilati relativi ad alcuni enti pisani.

PROVINCIA. Quasi invariato il numero delle auto a disposizione dell'ente provinciale che, sia nel 2009 che nel 2010, ha avuto a disposizione quattro auto blu blu, mentre restano assenti le auto blu e sono aumentate di un'unità le 97 auto grigie presenti nel 2009. L'amministrazione provinciale però è riuscita a diminuire le spese per la gestione delle varie tipologie di veicoli (carburante, bolli, assicurazioni, manutenzione), passando dai 386.132 euro del 2009 ai 177.553 del 2010.

ASL. Nessuna auto di rappresentanza per l'Azienda Sanitaria Locale, che nel 2010 ha deciso di fare a meno anche dell'unica auto blu presente nel proprio parco veicolare nel 2009. Sono aumentate però le auto grigie: dalle 211 del 2009 alle 234 del 2010. Ed è proprio questo incremento di mezzi a disposizione degli uffici che ha fatto lievitare le spese di gestione: erano 581mila euro nel 2009, nel 2010 si è passati a 637mila.

UNIVERSITA'. Stabile la quota di mezzi dal 2009 al 2010 per l'Università di Pisa. L'Ateneo ha fatto a meno nei due anni di auto blu blu, ha mantenuto stabile il numero di auto blu (3) e nel 2010 ha portato a 55 le cinquantasei auto grigie attive nel 2009. Diminuiti i costi di gestione. Erano stati spesi 261.051 euro nel 2009, nel 2010 invece la somma è scesa a 237.406 euro, con un risparmio di quasi 25mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto blu: facciamo due conti in tasca alle Pubbliche Amministrazioni

PisaToday è in caricamento