Cronaca

Alta Valdera: il 118 si riorganizza per garantire una più efficace assistenza

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Auto medica con infermiere che di giorno sarà a La Rosa di Terricciola supportata da una ambulanza  BLSD (con defibrillatore a bordo) che durante l’orario diurno sarà o a Peccioli o a Casciana Terme o a Lari. Quindi una copertura 365 giorni l’anno di un medico, infermiere e a rotazione l’ambulanza BLSD. L’uso dell’auto medica migliorerà il servizio, perché oltre ad essere presente l’infermiere, è più agile negli spostamenti, si risparmiano dai 5 ai 6 minuti ad intervento su tutto il territorio, aumentando la qualità del servizio.

 “Sottolineo che quando l’Azienda Sanitaria organizza un servizio - dichiara in apertura il Direttore dell’Asl 5 Rocco Damone - non lo fa contro qualcuno ma lo fa a favore dei cittadini e per fornire un servizio sempre più efficiente. Tra l’altro, tale riorganizzazione del 118, è dettata dalla delibera 1235 che prevede che si vada sempre più a presidiare il territorio. Rispetto allo standard del servizio precedente, adesso sono garantiti per le colline della Valdera un infermiere e un’ambulanza in più attrezzata con defibrillatore. Il fatto che l’automedica sia di base alla Rosa di Terricciola è perché lì c’è un punto già organizzato di primo soccorso; infatti gli accessi al pronto soccorso dei residenti dell’intera area sono diminuiti del 18%. Infine, concludendo, le auto mediche con medico e infermiere saranno sempre più frequenti perché permettono di liberare risorse da destinare al pronto soccorso e diminuire di conseguenza i tempi di attesa, ed inoltre dare un servizio più efficiente ed elastico”.

Esprime soddisfazione il Sindaco di Peccioli Silvano Crecchi: “un ulteriore servizio nell’ottica dell’emergenza per un territorio molto vasto che rientra nel vecchio progetto, già condiviso e attuato con le associazioni di volontariato, denominato “Peccioli Emergenza” che investe vari settori dalla protezione civile, all’antincendio boschivo, all’emergenza-urgenza. Nel corso degli anni questo progetto è stato progressivamente raffinato ed implementato: sono state acquistate tre ambulanze attrezzate per situazioni non comuni (quattro ruote motrici, soggetti obesi); in questa cornice si inserisce l’automedica, comprata dalla Misericordia ed il Comune si è fatto carico delle attrezzature per una cifra intorno ai 15 mila euro. Ringrazio tutte le associazioni di volontariato, la Asl che ha organizzato il servizio”

Entra nel merito il Direttore del 118 Paolo Tognarelli: “per riassumere: l’ambulanza dotata  di defibrillatore  sarà presente per 12 ore e 365 giorni all’anno, il lunedì e martedì a Lari; il mercoledì e giovedì a Casciana Terme; il venerdì e sabato a Peccioli e la domenica a rotazione tra le tre associazione come avveniva con l’ambulanza con il medico a bordo; a ciò si aggiunge l’auto medica con infermiere che stanzierà a La Rosa. Questa riorganizzazione è stata pensata e sostenuta sulla base dell’analisi dei dati del 118 riguardanti tipi di soccorso, tipi di codici di accesso, tempi di intervento. L’organizzazione notturna rimane invariata, cioè è presente a Peccioli un’ambulanza con medico a bordo. L’organizzazione precedente, nell’orario diurno, prevedeva un’ambulanza con medico a bordo a rotazione nei diversi giorni della settimana nei tre Comuni interessati. L’auto medica con autista è stata messa a disposizione, grazie ad una convenzione, dalla Misericordia di Peccioli”. 

Alla conferenza stampa erano presenti anche il coordinatore della Misericordie Pisane Enrico Dini e tutti i volontari della Misericordia di Peccioli che hanno espresso soddisfazione per questa iniziativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alta Valdera: il 118 si riorganizza per garantire una più efficace assistenza

PisaToday è in caricamento