Cronaca

Autobus, l'assessore Gay all'officina di Ospedaletto: "Serve soluzione definitiva"

L'azienda del trasporto pubblico ha tamponato i disagi delle scorse settimane con un intervento straordinario che ha permesso di reperire altri mezzi, ma c'è preoccupazione per l'abbandono del mezzo pubblico da parte dei pisani, stanchi dei continui ritardi e salti di corse

Ancora i disservizi sul trasporto pubblico al centro dell'attenzione delle istituzioni (oltre che dei cittadini alle prese con numerosi disagi). Ieri infatti l’assessore alla Mobilità del Comune di Pisa David Gay si è recato, per conoscere direttamente la situazione, presso l’officina dell’azienda CTT ad Ospedaletto.
L’azienda ha confermato i motivi che hanno portato all’incresciosa situazione con ritardi e salto di corse ma, l’AD Banci ha anche detto che “quei motivi sono stati rimossi grazie ad un intervento straordinario che ha permesso di reperire altri mezzi”.

“Bene - ha risposto Gay - ma adesso è tempo di velocizzare l’acquisto di nuovi mezzi che sostituiscano quelli più vecchi, in modo di superare definitivamente l’emergenza”. Poi Gay ha aggiunto che in caso di nuove difficoltà, si risponda con un intervento straordinario, come fatto ora.

In settimana l’assessore Gay aveva inviato all’assessore regionale dei trasporti Ceccarelli la seguente lettera per affrontare anche con l'ente toscano il problema:

"Caro Assessore, ho avuto modo di leggere una lettera che l’Ing. Montella ha inviato alle Province ed ai Comuni con la quale si comunica che la Regione Toscana sta predisponendo il decreto con cui si provvede ad approvare i documenti di gara e lo schema del contratto relativi alla gara 'lotto unico regionale'. L’ing. Montella prosegue specificando che 'L’aggiudicazione definitiva della gara si collocherà comunque nel 2015 ed è quindi rimandata al prossimo anno, …'
Il dirigente che si occupa di trasporti mi ha evidenziato una serie di problematiche e dubbi relativi agli ordini di servizio dal prossimo 1 gennaio che rendono la mia preoccupazione per il servizio di trasporto pubblico, ancora più forte. I disservizi nella nostra città (ma temo non riguardino soltanto Pisa) sono ormai quotidiani, il parco mezzi, anche con i nuovi acquisiti, non è più in grado di svolgere il servizio così come eravamo abituati a conoscerlo con la conseguenza, davvero preoccupante per l’intero sistema di mobilità cittadina, che residenti e pendolari stanno rinunciando all’uso del mezzo pubblico, e temo, non sarà facile tornare ai livelli precedenti. Ti chiedo chiarimenti in merito nel più breve tempo possibile ma soprattutto un impegno straordinario per non lasciare morire di inedia il trasporto pubblico locale”.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autobus, l'assessore Gay all'officina di Ospedaletto: "Serve soluzione definitiva"

PisaToday è in caricamento