Cronaca

Rischio incidenti per cinghiali e caprioli: chiusa l'autostrada Firenze-Pisa Nord

Chiusi 25 chilometri del tratto autostradale, tra le 6 e le 9.30 di domenica: 16 animali sono stati trasferiti all'Acquerino

Oggi, 10 novembre, l'autostrada A11 Firenze-Pisa Nord è rimasta chiusa dalle ore 6 alle ore 9.30 per circa 25 chilometri tra Prato Ovest e Montecatini Terme (Pistoia) per consentire la cattura di animali selvatici, in particolare cinghiali e caprioli, nei territori circostanti dove sono molto proliferati con potenziale rischio anche per gli utenti della strada. Lo stop alla circolazione è stato disposto dalla prefettura di Pistoia su richiesta della Regione Toscana.

L'operazione è terminata alle 9. Alle 9.30 l'autostrada è stata riaperta, in anticipo sui tempi previsti (la riapertura era prevista per le 12). Nel corso dell'intervento, con l'uso di apposite reti, è stata recuperata una colonia di caprioli che da tempo si era insediata in un'area di circa 10 ettari, compresa fra il casello, l'ospedale di San Jacopo, la tangenziale e lo svincolo dell'autostrada.

"E' andato tutto molto bene - commenta l'assessore all'agricoltura della Regione Toscana, Marco Remaschi - e questo significa che è possibile gestire in modo sostenibile e con un lavoro di squadra, un problema, come quello della presenza di ungulati nelle nostre campagne, che si presenta con sempre maggiore frequenza. Sono convinto che non esista una soluzione unica per affrontarlo, ma che sia necessario utilizzare in maniera integrata più strumenti, per migliorare la situazione sia in termini di danno che di sicurezza. Oggi tutti hanno lavorato con grande attenzione, ottenendo un doppio risultato. Scongiurare la possibilità di gravi incidenti su strade di grande scorrimento come la Firenze Mare e la viabilità attorno all'ospedale di Pistoia e rispettare gli animali che sono stati restituiti al loro habitat naturale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio incidenti per cinghiali e caprioli: chiusa l'autostrada Firenze-Pisa Nord

PisaToday è in caricamento