Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Diritto allo studio, studenti 'sbattuti fuori casa': sale la protesta

Gli universitari della residenza di Praticelli hanno organizzato domenica una giornata di mobilitazione: striscioni appesi e una camera trasferita davanti all'ingresso dell'edificio

Un'azione di protesta ieri pomeriggio da parte degli studenti della residenza universitaria dii Praticelli, la più popolosa d'Italia con 814 posti letto, per contestare la bozza del decreto Profumo, che rivede i parametri di assegnazione delle borse di studio.

La manifestazione è consistita nell'affissione di cartelloni e striscioni nella mensa della struttura e in un'azione simbolica: trasferire il mobilio delle camere davanti all'ingresso, simboleggiando un trasloco. "Questo per mostrare come il borsista fuori sede diventerà, una volta approvato e entrato in vigore il decreto, studente sbattuto fuori casa - affermano gli organizzatori - inoltre abbiamo chiesto agli studenti di esprimere un'opinione su questo decreto: mentre un governo dimissionario prova a stravolgere il DSU, cercando di far passare la cosa sotto silenzio, noi proviamo a costruire spazi di confronto e di mobilitazione critica. La lotta continua".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diritto allo studio, studenti 'sbattuti fuori casa': sale la protesta

PisaToday è in caricamento