Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Logge di Banchi

Bagni pubblici in Logge di Banchi, i Cobas: "Posti di lavoro da difendere"

Il sindacato mette in guardia contro una possibile chiusura della struttura da parte del Comune e chiede manutenzioni e salvaguardia del servizio

Tre posti di lavoro con contratti part-time in una cooperativa che ha in appalto il servizio sono a rischio qualora il Comune decidesse di chiudere i bagni pubblici in Logge di banchi. Sarebbe un servizio pubblico in meno, che comunque allo stato attuale necessita di manutenzione. 

I riflettori li accende il sindacato dei Cobas: "Ricordiamo l'investimento fatto anni fa per ripristinare questa struttura che non è mai decollata, quando potrebbe invece rappresentare una risorsa verso il turismo, specie quello giovanile a corto di soldi".

La sezione lavoro privato riferisce infatti di una "assenza di manutenzione ordinaria e straordinaria dei bagni. Sarebbero sufficienti intanto alcuni piccoli interventi da parte del Global service comunale, ma vengono rinviati da mesi". Si tratterebbe di "perdite di acqua dai rubinetti, ma anche problemi più gravi. La soluzione non può essere quella di chiudere la struttura rinviando alle calende greche gli interventi. Sarebbe una soluzione con cui il Comune si sottrarebbe alle sue responsabilità".

Per i Cobas quindi "urge non solo salvaguardare i bagni pubblici e i posti di lavoro, ma anche una manutenzione reale dei beni comunali. Chiediamo all'amministrazione comunale di adoperarsi in fretta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagni pubblici in Logge di Banchi, i Cobas: "Posti di lavoro da difendere"

PisaToday è in caricamento