Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca

Piano del Commercio e bancarelle in largo Griffi: "Soluzione migliore rispetto a quanto prospettato finora"

Lo ha detto l'assessore al Commercio, Andrea Ferrante che apre a nuove modifiche: "Pronti a recepire le osservazioni, purchè si inseriscano in un quadro di legalità"

"Abbiamo elaborato una proposta che abbiamo inviato alle associazioni di categoria. Siamo pronti a recepire nuove modifiche e osservazioni, purchè si inseriscano in un quadro di legalità e che siano conformi alle indicazioni emerse nella fase di concertazione". Lo ha detto ieri, martedì 10 aprile, l'assessore al Commercio, Andrea Ferrante, durante la Commissione Consiliare che aveva all'ordine del giorno la discussione sul nuovo Piano del Commercio. Dopo il primo 'round', andato in scena lunedì, e durante il quale le associazioni di categoria avevano presentato le proprie osservazioni al disegno presentato dall'amministrazione, nella seduta di ieri Ferrante ha di fatto aperto a nuove, seppur limitate, modifiche.

"Il confronto c'è stato - ha detto l'assessore - ed è duranto due anni. La fase della concertazione, così come prevista dal protocollo, è finita, ma gli uffici sono a disposizione per ulteriori chiarimenti e proposte. L'obiettivo è però quello di portare il documento all'approvazione del Consiglio Comunale (l'idea dell'amministrazione è quello di discuterlo nella seduta del 19 aprile prossimo ndr) poi lì ognuno si assumerà le proprie responsabilità. Chi dice che non c'è tempo sbaglia. La città ha bisogno di questo provvedimento e lo aspetta da tempo".

Secondo l'assessore la proposta elaborata dal Comune "mira a creare sviluppo in un quadro di regole" e le associazioni di cetegoria che si oppongono al Piano farebbero una sorta di 'ostruzionismo'. "E' innegabile - ha proseguito Ferrante - che la questione dirimente riguarda il mercato del Duomo. I commercianti vorrebbero tornare in piazza dei Miracoli ma la legge non lo consente. La nostra proposta è tra l'altro fortemente migliorativa rispetto a tutte le altre soluzioni prospettate in questi anni e prevede di riqualificare Largo Griffi per trasformarla in una grande piazza commerciale. Una soluzione temporanea di dieci anni che non cancella il disegno dell'Umi1 (il progetto che vedrebbe le bancarelle spostate all'interno dell'area del Santa Chiara ndr)".

La posizione delle associazioni di categoria

Sul fronte opposto ancora una volta le associazioni di categoria che continuano a rimanere sul piede di guerra. "La concertazione - ha detto Franco Pesciatini, di Confcommercio - si fa con le associazioni di categoria, non in commissione consiliare". Particolarmente contestato il fatto che alcune planimetrie, riguardanti la disposione di alcuni banchi al mercato di via Paparelli e a quello di Marina, siano state modificate a concertazione terminata. "In questo modo - hanno spiegato i rappresentanti di Confesercenti e Confcommercio - abbiamo presentato delle osservazioni su dei documenti che non erano ancora completi".

Alla base di tutto ci sarebbe stato però un 'errore' da parte degli uffici nella trasmissione elettronica del materiale alle associazioni di categoria. "Ad ogni modo - ha affermato Ferrante - rispetto ai documenti forniti è cambiata solo la disposizione di 4/5 banchetti al mercato di via Paparelli e di un paio di banchetti  per quanto riguarda il mercato di Marina. Elementi quindi secondari rispetto al Piano generale, il cui scheletro è ormai lo stesso da diversi mesi".

Numero di banchetti ridotto nei mercati cittadini

A spiegare il perchè, in alcuni mercati cittadini, il nuovo Piano del Commercio preveda un numero inferiore di postazioni per i banchi dei commercianti rispetto a quanto avvenuto in questi anni è stato Claudio Salvucci, di Simurg ricerche, la società incaricata dal Comune della redazione del Piano del Commercio. "In venti anni di attività - ha spiegato Salvucci - abbiamo elaborato più di un centinaio di piani del genere. Negli ultimi anni la tendenza di molti mercati cittadini è quella di ridurre il numero di banchetti presenti. Non è infatti vera l'equazione secondo cui a più banchi corrisponde a un maggior giro di affari e questo è dimostrato dal fatto che oggi molte postazioni non sono utilizzate".

Nuova seduta della Commissione Consiliare

Il confronto sul nuovo Piano del Commercio contiuerà oggi pomeriggio con una nuova seduta della Commissione Consiliare con l'audizione del comandante della Polizia Municipale, Michele Stefanelli sulla situazione di Piazza Manin/largo Griffi. Insieme al comandante Stefanelli saranno presenti anche l'assessore Ferrante e i funzionari del comune, Marco Guerrazzi e Alessia Masini. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano del Commercio e bancarelle in largo Griffi: "Soluzione migliore rispetto a quanto prospettato finora"

PisaToday è in caricamento