Bancarelle in Piazza Duomo: "Rientro irragionevole, liberare anche le altre vie"

Secondo 'Mai più bancarelle in Piazza dei Miracoli' l'unico posto per gli esercenti è il parcheggio di via Pietrasantina

Si riapre il dibattito sulle bancarelle in Piazza Duomo, con la rinnovata richiesta di rientro che sarà formulata dagli esercenti. A tornare ad affermare il loro no sono i promotori dell'appello 'Mai più bancarelle in Piazza dei Miracoli', Valeria Caldelli, Pierluigi D'Amico e Silvia Silvestri, che con la mobilitazione dei mesi scorsi (un anno ormai) hanno raccolto oltre 2700 adesioni alla petizione. 

In una nota viene esprimono "rincrescimento e incredulità di fronte al tentativo di sfruttare un evento drammatico per riproporre una questione ormai chiusa". "Tale soluzione - insistono - è impedita dalle leggi, dal buon senso, dalla volontà della città". Semmai "per ripartire con un nuovo slancio e una nuova immagine dell’offerta turistica, è oggi ancora più necessario al contrario liberare del tutto non solo Piazza Duomo, ma anche le zone limitrofe: da Piazza dell’Arcivescovado a via Cardinale Maffi, da Piazza Manin a Largo Cocco Griffi. Netta è la nostra opposizione a qualsiasi soluzione anche temporanea che fosse già stata scartata da Comitato Inter istituzionale per il Decoro (costituito da Ministero, Comune e Regione e che ha lavorato dal 2015 al 2018). In primis la soluzione che prevede lo spostamento delle sole bancarelle di Piazza Manin nell’area a verde dietro il muro che divide l’Ospedale Santa Chiara da Piazza Duomo con conseguente apertura di due aperture nel muro stesso. Sarebbe un nuovo affronto alla Piazza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La soluzione - si legge nella nota - per tutte le bancarelle c’è ed è il Parcheggio Scambiatore di via Pietrasantina, dove arrivano tutti i bus turistici. Nel 2017 vi sono arrivati 43272 bus, con un numero di turisti sicuramente superiore a due milioni. Oltre tutto il Comune ha già spero 200mila euro per attrezzare l’area allo scopo. Si abbandonino ipotesi irragionevoli e impraticabili, si smetta di voler subordinare a presunti interessi economici l’immenso patrimonio monumentale della nostra città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento