Fanno esplodere il bancomat alle poste a San Miniato: bottino ingente

Nuovo colpo l'altra notte in via Goldoni. Indagano i Carabinieri

Immagine di archivio

Decine di migliaia di euro sono stati trafugati nella notte fra venerdi e sabato in via Goldoni a San Miniato Basso, ai danni del bancomat dell'ufficio postale. Un assalto fotocopia rispetto ai recenti casi nel pisano, da quello a Capannoli a fine dicembre per arrivare agli ultimi due episodi di Casciana Terme e Pontedera di gennaio. Ad agire, dalle immagini di sorveglianza al vaglio dei Carabinieri, sarebbero ancora stati almeno in tre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'azione è stata come di consueto rapida, con i malviventi che a volto coperto hanno piazzato l'esplosivo nelle cavità della cassa per poi farlo saltare, creando così l'apertura per rubare i contanti. E' la cosiddetta tecnica 'della marmotta'. L'ufficio postale rimarrà chiuso fino al completamento dei lavori di ripristino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Covid in classe: cinque nuovi casi nelle scuole di Pisa

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Mareggiata a Marina di Pisa: allagamenti e pietre sul lungomare

  • Coronavirus in Toscana: 156 casi in più, 32 a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento