Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Operazione Laser a Lucca: un uomo residente nel pisano a capo del clan di spacciatori

L'uomo, di origine napoletane, ma residente a Capannoli, era già finito in manette per riciclaggio di autovetture. La Polizia di Lucca ha arrestato in totale sei persone che sono accusate di spaccio di droga in locali della piana lucchese

Era a capo di una banda dello spaccio un uomo, di origine napoletane, residente a Capannoli che nello scorso giugno era stato arrestato per riciclaggio di autovetture all'estero nell'ambito di un'inchiesta che aveva coinvolto anche alcuni pregiudicati di Casal di Principe (Caserta) e un clan di romeni. Questa mattina 40 agenti della Squadra Mobile della Questura di Lucca, supportati da alcune unità cinofile, hanno effettuato numerose perquisizioni domiciliari, riuscendo a sgominare una banda di pregiudicati lucchesi dediti allo spaccio di cocaina e marijuana in locali della piana lucchese, con ramificazioni appunto anche nel pisano.


Sei le persone arrestate e dieci complessivamente le persone indagate nell'operazione denominata Laser. Nel corso della indagine, durata alcuni mesi, è stata sequestrata una piantagione di cannabis, mezzo kg di marijuana, numerose dosi di cocaina e oltre 50 armi bianche tra pugnali e sciabole, illegalmente detenuti. (fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Laser a Lucca: un uomo residente nel pisano a capo del clan di spacciatori

PisaToday è in caricamento