rotate-mobile
Cronaca

Casa: pubblicato il bando per accedere al contributo sfratti per morosità incolpevole

E' già possibile presentare domanda. I dettagli

Pubblicato sul sito del Comune di Pisa l’avviso pubblico per accedere al contributo nazionale sfratti per morosità incolpevole. E’ possibile presentare domanda per accedere all’agevolazione da lunedì 4 aprile e fino all’esaurimento dei 501mila euro di risorse messe a disposizione dallo Stato sulla misura.
"Si tratta di un aiuto concreto - dichiara l’assessore al Sociale, Veronica Poli - che permetterà a molte famiglie del territorio, già gravate dalle problematiche economiche e sociali derivanti prima dalla pandemia e ora dalla guerra, di sanare la morosità accumulata o di sostenere il pagamento del canone, evitando l’esecuzione immediata dello sfratto. In alcuni casi la misura consentirà inoltre di dare alle famiglie un po’ di 'ossigeno' in attesa dell’assegnazione di un alloggio di edilizia residenziale pubblica".

Chi può presentare domanda

Possono presentare domanda coloro che sono destinatari di un procedimento di intimazione di sfratto per morosità con citazione per la convalida. La platea dei beneficiari è stata inoltre ampliata anche ai soggetti che, pur non essendo destinatari di provvedimenti esecutivi di sfratto, presentino, ai sensi della normativa vigente, autocertificazione nella quale dichiarino di aver subito, in ragione dell'emergenza COVID-19, una perdita del proprio reddito ai fini IRPEF superiore al 25%.

I richiedenti dovranno inoltre possedere, tra gli altri, i seguenti requisiti: cittadinanza italiana o di uno Stato appartenente all'Unione europea; titolarità di un contratto di locazione di edilizia di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato con esclusione degli immobili appartenenti alle categorie catastali A1, A8 e A9;  residenza da almeno un anno nell’alloggio oggetto della procedura di rilascio, sito nel Comune di Pisa; possesso di un reddito ISE non superiore 35mila euro o di un reddito derivante da regolare attività lavorativa con un valore ISEE non superiore a 26mila euro; non titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su immobili, nella provincia di residenza, fruibile ed adeguato alle esigenze del proprio nucleo familiare.

L’avviso e il modulo di domanda possono essere scaricati dal sito web del Comune. Le domande di partecipazione redatte sotto forma di dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R 445/2000, dovranno essere presentate mediante una delle seguenti modalità: presso l’URP del Comune di Pisa nei giorni e nelle modalità di apertura al pubblico; mediante PEC al seguente indirizzo comune.pisa@postacert.toscana.it; mediante raccomandata A/R, farà fede la data effettiva di arrivo.

L’Ufficio Politiche della Casa del Comune di Pisa procederà all’istruttoria delle domande pervenute sottoponendole poi  all’esame della Commissione Territoriale per il contrasto del disagio abitativo che potrà confermare o escludere l'ammissione al contributo. L’importo massimo di contributo concedibile ad ogni richiedente è di 12mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa: pubblicato il bando per accedere al contributo sfratti per morosità incolpevole

PisaToday è in caricamento