Alloggi Erp, Unione Inquilini: "Bando illegittimo, assistenza sospesa!"

L'associazione, per protesta, interrompe il servizio: "Bando pubblicato a luglio nonostante il Covid e incostituzionale per la richiesta di 5 anni di residenza"

L'Unione Inquilini di Pisa ha avviato una protesta contro l'amministrazione pisana in materia di alloggi popolari. "In attesa di impugnare il bando Erp per incostituzionalità - scrive in una nota - preso atto che, nonostante le nostre obiezioni, il Comune di Pisa ha voluto pubblicarlo a luglio nonostante l'emergenza Covid, sospendiamo l'assistenza per la compilazione delle domande e vi invitiamo a recarvi presso l'Ufficio Casa in via Fermi 4".

Una dissociazione di fatto sulla scelta e sui metodi dall'amministrazione, come insiste l'avvocato Claudio Lazzeri: "L'Unione Inquilini ha deciso di chiudere la sede in protesta per la scelta di pubblicare il bando erp, che presenta evidenti profili di incostituzionalità relativi alla richiesta di 5 anni di residenza e in merito alla documentazione da consegnare x gli stranieri. In più, nonostante i nostri consigli, invece di pubblicarlo a settembre, hanno deciso di farlo ora insieme a quello per il contributo all’affitto, con il rischio di assembramenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento