menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ambiente, bando da 20mila euro per attività estive al Punto Blu di Calambrone

Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro il 10 maggio. Tra gli interventi sorveglianza ambientale lungo le spiagge, raccolte straordinarie di rifiuti non pericolosi, azioni di divulgazione sul santuario dei cetacei marini 'Pelagos'

In previsione della prossima stagione estiva, il Comune di Pisa ha pubblicato un bando rivolto alle associazioni di volontariato per proporre azioni rivolte al rispetto e alla tutela dell’ambiente con attività di sensibilizzazione e informazione. A disposizione vi è un budget complessivo di 20mila euro. Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro le ore 14.00 del 10 maggio prossimo.
Tra gli interventi previsti sono comprese attività di animazione estiva del 'Punto Blu' a Calambrone, sorveglianza ambientale lungo le spiagge, raccolte straordinarie di rifiuti non pericolosi, azioni di divulgazione sul santuario dei cetacei marini 'Pelagos'.

"Mi auguro - dice l’assessore all’Ambiente Filippo Bedini - che con il tempo il 'Punto Blu' a Calambrone possa diventare un punto di riferimento nella promozione e sensibilizzazione sui temi ambientali. In questi anni, infatti, più che discutere di tematiche astratte abbiamo puntato a favorire l’incontro tra i cittadini nella convinzione che la modalità migliore per affrontare questi temi nasca dal confronto e dalla condivisione di idee e di esperienze".
Il 'Punto Blu' di Calambrone, inaugurato nel luglio 2019, è una struttura temporanea sul tratto di spiaggia di Calambrone, dotata di servizi con lo scopo di essere un luogo aperto, di divulgazione e confronto su tematiche ambientali.

Tra le attività richieste dal bando vi sono eventi per la diffusione della conoscenza del programma della Bandiera Blu FEE, con attenzione al turismo ambientale, turismo sostenibile, turismo rivolto a soggetti portatori di handicap. Nell’ambito del calendario dovranno essere proposte attività rivolte agli utenti della spiaggia, residenti, operatori locali dedicate a tematiche quali i pericoli di plastiche e microplastiche in mare, l’importanza della tenuta di comportamenti virtuosi e sostenibili, l’importanza della corretta differenziazione dei rifiuti e del concetto di economia circolare. Altri temi sui quali organizzare le attività riguardano il trattamento della poseidonia, il monitoraggio delle spiagge per la protezione della nidificazione nel Tirreno delle tartarughe Caretta Caretta, l’evoluzione delle tecniche di pesca, l’istituzione di SIC marini o approfondimenti sulle caratteristiche turistiche e ambientali del litorale.

Tra le altre misure su cui è previsto il finanziamento: la sorveglianza ambientale lungo il tratto di spiaggia dalla foce dello Scolmatore all’inizio di Tirrenia; l'organizzazione durante l’anno di raccolte straordinarie di rifiuti non pericolosi con il coinvolgimento dei cittadini; infine, azioni di divulgazione sul santuario dei cetacei marini Pelagos.

Il bando integrale, è reperibile sul sito web del Comune di Pisa.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Riaperto il Museo della Geotermia di Larderello

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento