Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Spazzo le strade e non pago le tasse: a Cascina presto sarà realtà

E' stato approvato nei giorni scorsi dal Consiglio Comunale il via libera al cosiddetto 'baratto amministrativo'. I cittadini possono rendersi utili alla comunità: in cambio non verseranno i tributi

Lavori utili invece di pagare la tasse. E' il cosiddetto 'baratto amministrativo', con il quale i cittadini in difficoltà economica o in morosità incolpevole verso il Comune possono barattare le proprie capacità, metterle al servizio della comunità e, in cambio, regolarizzare i propri debiti con il Comune. Qualche esempio pratico? Sfalciare le siepi, spazzare le strade o sistemare aree a verde o edifici pubblici.

Presto sarà possibile ricorrervi anche a Cascina, perché nei giorni scorsi il Consiglio Comunale ha approvato un ordine del giorno con il quale si impegna la Giunta a "definire un regolamento che introduca la possibilità del baratto amministrativo inerente alla collaborazione tra cittadini e amministrazione e ne definisca criteri e modalità, con particolare attenzione alle fasce più deboli".
Gli uffici sono quindi al lavoro per predisporre tale regolamento, che dovrà stabilire i requisiti necessari per accedere al baratto amministrativo, le modalità per richiederlo, i limiti entro i quali sarà possibile svolgerlo, i tributi per i quali sarà possibile usarlo, i controlli da eseguire affinché chi ne usufruisce faccia il proprio dovere.


Il baratto amministrativo è stato introdotto dalla legge nr. 164 del 2014, che stabilisce: "i Comuni possono definire con apposita delibera i criteri e le condizioni per la realizzazione di interventi su progetti presentati da cittadini singoli o associati, purché individuati in relazione al territorio da riqualificare. Gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l'abbellimento di aree verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati, e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano. In relazione alla tipologia dei predetti interventi, i Comuni possono deliberare riduzioni o esenzioni di tributi inerenti al tipo di attività posta in essere. L'esenzione è concessa per un periodo limitato e definito, per specifici tributi e per attività individuate dai Comuni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spazzo le strade e non pago le tasse: a Cascina presto sarà realtà

PisaToday è in caricamento