rotate-mobile
Cronaca

Base militare a Coltano, Legambiente: "Sacrificio contro le finalità del Parco San Rossore"

Contraria all'intervento anche l'associazione pisana che chiede un "cambiamento di rotta capace di superare la presente crisi economica, ambientale e sociale"

"Il sacrificio ambientale non è poco, molto suolo impermeabilizzato con molte strutture: tra queste due poligoni di tiro, una torre di ardimento, una pista per l’addestramento alla guida veloce, un eliporto, campo sportivo e piscina, capannoni e 18 fabbricato per alloggi, fabbricati per utenti in transito, molti edifici di servizio e ampio parcheggio".

Anche l'associazione Legambiente Pisa si dichiara contraria alla nuova base militare di Coltano, che impegnerà oltre 70 ettari di terreno nei boschi. "Una vasta area protetta sacrificata per esigenze militari - scrive - che non coincidono con gli obiettivi per cui è stato costituito l’Ente Parco. Ricordiamo che nello statuto, all’articolo 2, si dichiara che sua finalità la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturalistico-ambientale. Sono questo obiettivi di pace con la natura in un contesto di pace tra le persone e i popoli". 

Legambiente Pisa vorrebbe che le finalità del Parco fossero sempre rispettate e tenute come prioritarie: "Così non è in questo caso, tanto più che le risorse necessarie sono ricavate dal Pnrr. La 'ripresa e la resilienza' dovrebbero essere perseguite con un cambiamento di rotta capace di superare la presente crisi economica, ambientale e sociale. Il sacrificio di un prezioso bene ambientale si muove in direzione opposta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Base militare a Coltano, Legambiente: "Sacrificio contro le finalità del Parco San Rossore"

PisaToday è in caricamento