Perignano, benedizione della scuola vietata: genitori al fianco di Don Armando

La decisione era stata presa dal consiglio d'istituto ma la notizia ha scatenato la ferma reazione di nonni e genitori che mercoledì mattina si sono riuniti davanti alla scuola: alla fine hanno vinto

Don Armando Zappolini

Niente benedizione della scuola prima di Pasqua. Una decisione shock per molti, comunicata dalla dirigente scolastica della scuola primaria di Perignano, nel comune di Casciana Terme - Lari, dopo il parere negativo del consiglio d'istituto. Qui per la prima volta dopo 32 anni, Don Armando Zappolini, il sacerdote da sempre in prima linea nella lotta alla mafia, ha rischiato di dover rinunciare al tradizionale appuntamento tra i 'suoi' bambini.

La decisione della preside non è andata giù ai tanti genitori e nonni dei piccoli alunni che questa mattina si sono ritrovati davanti alla scuola per manifestare il proprio dissenso. Così dopo un confronto dai toni accesi tra genitori, Don Armando e la dirigente scolastica, i bambini che praticano la religione cattolica sono stati riuniti in un'aula e hanno ricevuto la benedizione, senza che la tradizione venisse interrotta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: muore studente universitario di 30 anni

  • Coronavirus: 254 nuovi casi in Toscana, 3.226 i contagi 

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

  • Coronavirus: 224 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus, sostegno alle famiglie indigenti: buoni spesa da 100 euro

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

Torna su
PisaToday è in caricamento