Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Piazza Dante

Biblioteca Universitaria: verso l'utilizzo del palazzo in Piazza Carrara?

Potrebbe essere utiizzata una parte dell'edificio dell'Intendenza di Finanza che però necessita di lavori di risistemazione. Anche la Soprintendenza scende in campo per la tutela del grande patrimonio

Si è svolto ieri l'incontro del gruppo di lavoro tecnico per trovare soluzione al problema del trasferimento della Biblioteca Universitaria di Pisa, al fine di procedere ai lavori di consolidamento dell'edificio della Sapienza. L'incontro ha evidenziato una volta di più la difficoltà di trovare una soluzione definitiva per la Biblioteca Universitaria di Pisa, che necessita di una collocazione per il suo ingente patrimonio bibliografico.

L'Ufficio del Demanio, a cui era demandato il compito di svolgere un'indagine per reperire nel centro cittadino un bene demaniale, idoneo per collocazione e dimensioni a contenere l'intero posseduto della Biblioteca, ha individuato nel palazzo dell'Intendenza di Finanza di Piazza Carrara una possibile soluzione, anche se lo stesso Demanio ha fatto presente che il palazzo richiede onerosi lavori di ristrutturazione e tempi lunghi per la risistemazione quantificabili in almeno cinque anni.
Dunque potrebbe essere valida la soluzione intermedia di cominciare ad utilizzare intanto una parte della struttura, come ad esempio gli ambienti collocati al piano terra, per l'apertura di un punto di consultazione al fine di non interrompere del tutto il servizio offerto agli utenti.
 
Nello stesso tempo la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana, viste le difficoltà per la collocazione del materiale librario della Biblioteca e per il recupero edilizio dell'edificio di Piazza Carrara, ha stabilito di rivolgersi al mercato privato per trovare una soluzione alternativa per le prime esigenze di immagazzinamento del materiale librario, soluzione da trovare nei tempi più rapidi.
 
Per adesso, per svolgere le proprie funzioni gestionali, la Biblioteca Universitaria ha trovato accoglienza temporanea presso la sede della Soprintendenza, che ha messo a disposizione spazi adeguati per consentire lo svolgimento delle attività ordinarie di funzionamento interrotte dallo scorso 29 maggio.
Così pure, sempre grazie alla collaborazione con la Soprintendenza, è stato possibile trovare spazi idonei e tutelati per accogliere gli arredi di pregio dell'Istituto (quadri, stampe, statue ecc....) e per il materiale bibliografico più prezioso attualmente ospitato in un'apposita stanza blindata all'interno della sede della Biblioteca.
 
 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biblioteca Universitaria: verso l'utilizzo del palazzo in Piazza Carrara?

PisaToday è in caricamento