Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza San Matteo in Soarta

Biblioteca Universitaria di Pisa: dal 1° dicembre porte aperte al San Matteo

La consultazione di una parte importante dei volumi conservati nel Palazzo della Sapienza sarà possibile in due ampie e luminose sale di lettura del primo piano. La Biblioteca offrirà anche il servizio di prestito ai propri utenti

Da lunedì 1° dicembre apre al pubblico, dopo l'intervento di restauro, la nuova sede distaccata della Biblioteca Universitaria di Pisa presso il Complesso monumentale del Museo di San Matteo (telefono 050/573749). La Biblioteca offrirà alla propria utenza i servizi di consultazione e prestito, organizzati in due ampie e luminose sale di lettura del primo piano.
L’apertura della sede permetterà la fruizione di una parte dei fondi librari che erano conservati nel Palazzo della Sapienza, sede storica della Biblioteca, attualmente inagibile.

ORARI. A dicembre gli orari della nuova sede distaccata saranno dal lunedì al venerdì 8,15 –17,15 (per informazioni sulle modalità delle richieste per la consultazione riferirsi al sito www.pisa.sbn.it). E, solo per il mese di dicembre, rimarranno ancora attivi i servizi nei locali ex-Nettuno (lungarno Pacinotti), con orario 8.15-13.15. Dal mese di gennaio 2015, invece, i servizi saranno fruibili solo presso il San Matteo con orario continuato, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19 e il sabato dalle 8 alle 13.30 e riguarderanno tutto il patrimonio bibliografico ad esclusione dei documenti manoscritti in originale (saranno consultabili in microfilm) e della Sezione Incunaboli e Rari.
Per i diversamente abili postazione provvisoria presso gli uffici di Via S. Maria 5, previo appuntamento telefonico (050/926569).

COSA C'E' AL SAN MATTEO. I fondi librari traslocati nei locali di San Matteo sono una considerevole parte degli importanti seriali novecenteschi e contemporanei italiani e internazionali posseduti dalla Biblioteca oltre ad un ricco e pregevole fondi di periodici locali; vi si trova anche un importante raccolta di riviste ottocentesche e una parte delle pubblicazioni ufficiali che riguarda sia gli Atti parlamentari del Senato, dal 1948 ad oggi sia gli atti emanati da vari Ministeri. E’ stato possibile, inoltre, trasportare nellaVnuona sede anche materiale monografico moderno di particolare tipologia come la collezione degli opuscoli, fra i quali sono contenute molte 'edizioni pisane' sia perché stampate nelle tipografie della città e della provincia sia perché hanno Pisa e il suo territorio come argomento principale; raccolta ricca e testimonianza fondamentale dell’attività editoriale della nostra zona dall’800 ad oggi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biblioteca Universitaria di Pisa: dal 1° dicembre porte aperte al San Matteo

PisaToday è in caricamento