Farmacie Comunali, approvato il bilancio di esercizio: chiusura in utile

Chiusura con un utile netto di 138.530 euro nonostante un andamento economico generale del mercato italiano della farmacia in calo nel 2019

L’assemblea degli azionisti di Farmacie Comunali S.p,a, ha approvato all’unanimità il bilancio di esercizio 2019, che chiude con un utile netto di 138.530,00 euro a fronte di un andamento economico generale del mercato italiano della farmacia in calo nel 2019, anno in cui il fatturato di questo settore ha fatto segnare un -0,7% rispetto all’anno precedente.

L’assemblea, svolta ieri mattijna in sala delle Baleari a palazzo Gambacorti, è stata presieduta dall’amministratore unico di Farmacie Comunali S.p.a. Andrea Porcaro D’Ambrosio che ha partecipato in videoconferenza da remoto. All’assemblea hanno partecipato Michele Conti, sindaco di Pisa, i soci Francesco Pasca e Barbara Gamba, i componenti del Collegio Sindacale Roberto Dell’Omodarme (presidente), Roberto Vaselli e Joselito Lagonegro e il revisore legale Simone Sartini.

Nel corso del suo intervento l’amministratore unico Andrea Porcaro D’Ambrosio ha messo in evidenza le azioni intraprese nel corso dell’esercizio 2019 che hanno avuto effetto sul bilancio fra cui il contenimento degli incrementi del canone di locazione, la rinegoziazione del costo delle assicurazioni, la creazione di un fondo rischi. Fra gli investimenti effettuati sono stati menzionati il 'Progetto Farmacie Sicure' che prevedeva l’attivazione di un servizio di video sorveglianza allarmata in tutte le farmacie e parafarmacia collegato alla centrale operativa; l’acquisizione di nuovi software operativi per migliorare l’operatività amministrativa e beneficiare di un controllo amministrativo e di gestione più puntuale e tempestivo, contribuendo al miglioramento della gestione delle attività aziendali (contabilità, risorse umane, business intelligence, ecc.). Un’altra azione importante è stata l’attivazione di una piattaforma di controllo sui centri di costo relativi agli acquisti, in grado, in tempo reale, di dare una rappresentazione puntuale e veritiera sulle dinamiche di acquisto, sui costi sostenuti, sulle condizioni economiche e finanziare praticate, e sulla corretta declinazione degli input aziendali sugli acquisti.

"Farmacie Comunali di Pisa consolida le sue performance positive anche per il 2019 - ha dichiarato Porcaro D’Ambrosio - presentando una crescita di fatturato che, rispetto all’anno 2018, risulta pari a +1,37% con 138.530 euro di utile netto. Tale crescita, peraltro, è avvenuta in un contesto di mercato per nulla favorevole dove il fatturato di questo settore ha fatto segnare un -0,7% rispetto al 2018. Il calo del fatturato dei prodotti etici (farmaci erogabili sotto prescrizione) in farmacia è da anni costante, sia a causa della 'genericazione' di molti farmaci da prescrizione, sia per il forte controllo esercitato sulla spesa farmaceutica convenzionata, il cui costo è a carico dello Stato. Inoltre, la dispensazione del 90% dei farmaci più innovativi, più costosi e pertanto più remunerativi, avviene attraverso l’ospedale o l’Asl con l’obiettivo di ridurre i costi attraverso l’acquisto diretto di medicinali dall’industria farmaceutica. Il risultato positivo è scaturito anche dalla promozione del contenimento dei costi fissi che ne ha scaturito una loro sensibile riduzione pur mantenendo livelli occupazionali pari a quelli del 2018. Inoltre è stata promossa una forte campagna di investimenti nella formazione del personale che entrerà a regime nel mese di settembre. Se da un lato l’attenzione dell’azienda si è concentrata su investimenti atti a migliorare gli ingranaggi gestionali, dall’altra ha inteso consolidare un percorso di lavoro e di relazioni nazionali capaci di dare voce alle esigenze di un settore, quello della farmaceutica convenzionata, essenziale alle politiche socio sanitarie rispondenti alle necessità del territorio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fra le attività istituzionali, grazie all’impegno dell’amministratore unico, è stata organizzata a Pisa nel novembre del 2019 la quarta 'Giornata Nazionale delle Farmacie Comunali', evento organizzato da Assofarm, la Federazione Nazionale che rappresenta oltre 1.660 Farmacie Comunali presenti sul territorio nazionale, con il fattivo contributo organizzativo di Farmacie Comunali Pisa S.p.a. Sempre nel 2019 l’azienda ha promosso lo sviluppo del contributo per il 'Bonus bebé', ossia buoni spendibili presso Farmacie Comunali per l’acquisto di prodotti per la prima infanzia a partire dal 2020. Particolare apprezzamento è stato sottolineato per l’attività di tutte le farmacie e gli studi medici che nel corso dell’anno hanno pianificato e organizzato 24 giornate dedicate alla prevenzione e alla salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento