menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto 'Galilei', nel 2020 scoperto quasi un milione e mezzo di euro non dichiarato

Il bilancio annuale dell'Agenzia dogane e monopoli in servizio nello scalo pisano evidenzia 117 violazioni in ambito valutario

Gli uffici dell'Agenzia dogane e monopoli hanno stilato il bilancio delle operazioni effettuate nell'aereoporto 'Galilei' nel corso del 2020. Le operazioni di controllo dei funzionari hanno portato a 117 violazioni denunciate in ambito valutario, per un totale di 1.474.337 euro non dichiarati. Questa somma ha portato a 36.173 euro di sanzioni amministrative, e slono stati sequestrati complessivamente 23.215 euro. Sono state inoltre presentate 26 dichiarazioni di valuta per un importo di 500.371 euro in entrata e di 76.765 in uscita, oltre ad altre valute con importi minori.

Questi risultati, malgrado il periodo di pandemia e la conseguente riduzione del traffico aereo, sono il frutto dell’analisi dei rischi e delle tecniche investigative sviluppate dai funzionari dell'Agenzia e dai militari della Guardia di Finanza, che hanno consentito di far emergere nuove rotte utilizzate per la movimentazione illecita di denaro e i principali metodi di occultamento per aggirare i controlli doganali. In genere, il denaro è stato rinvenuto all’interno dei bagagli a mano o addosso ai passeggeri. In alcuni casi, tuttavia, sono stati escogitati espedienti più originali quali l’occultamento delle banconote nella fodera dei bagagli, nelle pagine dei libri e agende personali, in scatole di biscotti, in contenitori di salviettine rinfrescanti o di prodotti per l’igiene personale.

Il bilancio annuale evidenzia anche che nel settore dei Tabacchi lavorati esteri sono stati redatti 59 verbali nei confronti, per la maggior parte, di cittadini albanesi, magrebini, russi e cinesi, che hanno comportato 51.550 grammi di tabacco (sanzionabile con multa), per un importo massimo complessivo di 338.700 euro. In relazione al settore dei prodotti di origine animale (carne e derivati, prodotti lattiero-caseari), sono stati redatti 57 verbali per un totale di circa 596 kg fra carne e latticini non ammessi all’introduzione nell’Ue, soprattutto nei confronti di cittadini albanesi. Per quanto concerne il contrasto al traffico internazionale di stupefacenti, nel periodo in esame sono stati redatti 51 verbali complessivi nei confronti di altrettanti viaggiatori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Confcommercio in protesta a Firenze: "Una data per riaprire o lo faremo il Primo maggio"

  • Cronaca

    Coronavirus in provincia: oltre 30 nuovi casi in Valdera

  • Cronaca

    Contributi elettorali, l'ex governatore Rossi a processo per falso

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento