Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Bilancio sull'Ambiente, l'assessore Bedini: "Il Comune nel 2020 ha speso oltre 700mila euro"

Programmazione dei controlli e rimozione di discariche e installazioni abusive: queste le principali voci di spesa per Palazzo Gambacorti nell'anno che si sta per chiudere

Controlli capillari, costanti e programmati, affiancati da uno sforzo continuo per arginare la piaga del degrado urbano e cancellare la cattiva abitudine dell'abbandono dei rifiuti. Sono le due direttrici lungo le quali si è mossa nel 2020 l'azione del Comune di Pisa nell'ambito dell'ambiente: l'assessore Filippo Bedini, insieme ai dirigienti Marco Papini e Roberto Redini, ha illustrato così gli interventi realizzati dall'Amministrazione nell'anno che sta per concludersi.

"Nell'arco degli ultimi dodici mesi la Giunta ha investito oltre 700mila euro - sottolinea Bedini - una cifra che in un solo anno va quasi a decuplicare le spese della precedente Amministrazione nel biennio 2016-17. Nella prima parte del nostro mandato abbiamo anche dovuto riorganizzare quasi del tutto l'Ufficio Ambiente, ricostituendo anche il distaccamento della Polizia Municipale che purtroppo era inesistente".

Nel dato della spesa pesano le azioni di bonifica e riqualificazione dell'ex campo rom di Ospedaletto (l'intervento si concluderà soltanto nella prima parte del 2021) e degli orti di Marina di Pisa, smantellati durante la realizzazione della ciclopista del trammino nella scorsa estate. "Due tare ereditate, anche queste, dalle precedenti Giunte" sottolinea l'assessore all'Ambiente. "Uno degli interventi più importanti che il Comune effettuerà a breve è la bonifica di via dell'Idrovora a Coltano - aggiunge Bedini - purtroppo su questi terreni c'è un lavoro burocratico da completare a monte dell'azione di pulizia e bonifica vera e propria".

Nello specifico dei fondi investiti da Palazzo Gambacorti per la pulizia e il controllo del territorio, spicca il sistema di controlli programmati sviluppato dall'Ufficio Ambiente, che si articola in interventi su segnalazione diretta, casuali, periodici, generici e in seguito alle manifestazioni. "Nel 2020 sono stati effettuati oltre 8mila controlli programmati - spiegano i dirigenti Papini e Redini - azzerando completamente i controlli liberi. Mediamente sono stati svolti 600 controlli al mese". 

Il comparto delle discariche abusive ha assorbito circa il 95% degli interventi, "e per questo motivo abbiamo potenziato il servizio con una squadra attiva sei giorni su sette per i cosiddetti 'piccoli abbandoni', operazioni che richiedono un lavoro di poche ore. Generalmente questa squadra ha effettuato dieci interventi al giorno" aggiungono Papini e Redini.

"L'auspicio è che nel 2021 il Comune debba investire meno risorse nella pulizia del territorio - conclude l'assessore Bedini - nel 2020 abbiamo dovuto spendere oltre 700mila euro derivanti dalle tasse dei nostri cittadini per rimediare all'inciviltà di pochi individui e all'incuria di chi ci ha preceduto. Siamo convinti che con la giusta informazione e una corretta educazione al rispetto dell'ambiente, i risultati arriveranno. Sarebbe anche opportuno un inasprimento delle sanzioni amministrative nei confronti di chi infrange  le leggi ambientali, ma purtroppo in questo ambito il Comune non può agire".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio sull'Ambiente, l'assessore Bedini: "Il Comune nel 2020 ha speso oltre 700mila euro"

PisaToday è in caricamento