Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Bilancio e incertezza finanziaria, Del Torto: "Deciderà il Consiglio comunale"

Il presidente del Consiglio comunale interviene dicendo che sarà l'assemblea a stabilire se e come procedere in base alle indicazioni dei revisori dei conti

Sulla paventata possibilità di uno scigliomento del Consiglio comunale a seguito dei problemi di stabilità finanziaria del Comune segnalati dai revisori dei conti interviene Ranieri Del Torto. "Il solo parlare di procedura di scioglimento del Consiglio Comunale evoca foschi scenari - spiega - solitamente è il rimedio estremo per vincere fenomeni di illegalità e collusione. Qui per fortuna si tratta di tutt'altro: l'aver adottato il bilancio preventivo nei termini previsti dalla legge e il suo raccordo con le nuove previsioni della legge di stabilità".

Stempera il problema il presidente del Consiglio comunale: "E' evidente che questo non può riguardare solo Pisa, ma tutti i comuni che hanno preso la decisione di votare il bilancio entro il 31 dicembre come Lucca e Prato, solo per rimanere ai capoluoghi toscani. Sorprende che solo il prefetto di Pisa sia stato interessato della questione, ma ancora di più sorprende come un organismo come il Collegio dei Revisori, che ha come scopo principale della propria esistenza la collaborazione con il Consiglio comunale, chieda invece di valutare i presupposti per il suo scioglimento. Questo senza aver percorso prima altre strade meno drastiche come un incontro per spiegare in modo chiaro i rimedi o le cautele da adottare o quantomeno un invito con un linguaggio meno tecnico e più esplicito su quanto il Consiglio avrebbe potuto fare".

Un conflitto che resta quindi aperto, per quanto Del Torto rimette la decisione all'organo assembleare cittadino: "Il Consiglio nel suo complesso ed ogni singolo consigliere valuterà se e come sia necessario rispondere agli inviti ricevuti. Questo nell'interesse principale dei cittadini pisani che hanno democraticamente scelto di essere rappresentati da questa assemblea e che vorrebbero che la discussione sul futuro della nostra città non dipendesse dalla sorte o dalle diverse interpretazioni delle norme economico-finanziarie, ma solo dal libero confronto su prospettive politiche diverse. Siamo fiduciosi che il Prefetto come rappresentante del Governo e quindi dell'Unità nazionale saprà mettere una parola definitiva e univoca su tutta questa vicenda".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio e incertezza finanziaria, Del Torto: "Deciderà il Consiglio comunale"

PisaToday è in caricamento